Il vento fa crollare gli alberi sulle auto. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Sono attive diverse squadre di Vigili del Fuoco che stanno ricevendo tantissime chiamate e sono state movimentate anche Polizia, Carabinieri e Municipale

Foto Massimo Argnani

Le violente raffiche di vento, che in alcune zone, come a Porto Corsini, sono arrivate fino ai 106 chilometri orari e la pioggia battente stanno creando disagi in tutta la provincia. Lunedì mattina in Prefettura si è riunito il Cov, coordinato dalla stessa Prefettura e partecipato, per il Comune, dalla Polizia Municipale, dal servizio strade e dal servizio tutela ambiente e territorio. Per quanto riguarda la viabilità, le situazioni di criticità sono gestite in collaborazione da Comune, Vigili del Fuoco, Provincia, Polizia stradale, Carabinieri e Carabinieri Forestali. I problemi principali sono dettati dalla caduta di rami e alberi, ma gli interventi per il ripristino della normalità si succedono senza soluzione di continuità e nel complesso la situazione è sotto controllo.

Il sindaco

In serata il sindaco De Pascale ha diffuso una nota in cui invita i cittadini "a mettersi alla guida solo se necessario e prestando la massima attenzione”: "Poiché sta continuando a piovere molto intensamente ed è previsto che prosegua così anche nel corso della notte – dichiara il sindaco Michele de Pascale – raccomando vivamente a tutti i cittadini di ridurre il più possibile gli spostamenti, di mettersi alla guida solo se strettamente necessario e di guidare con la massima prudenza. In questo momento la situazione che richiede la maggiore attenzione è quella della rotonda Polonia (fra via Naviglio, via Canalazzo, via Fuschini e via Cavina) che risulta allagata. Il traffico scorre a rilento; la Polizia municipale è sul posto e presidierà la situazione anche durante la notte, finché sarà necessario".

Strade e caselli autostradali chiusi nel pomeriggio

A Ravenna sono crollati alberi su diverse strade, tra cui uno in via Fiume Montone Abbandonato, dietro al Centro di Medicina e Prevenzione, che ha richiesto anche l'intervento della municipale oltre che dei Vigili del Fuoco. A Marina Romea è caduto anche un palo dell’illuminazione pubblica ed Enel sta già intervenendo, mentre viale Italia è chiusa dalla rotonda di ingresso alla località fino a via delle Vallisi per alberi crollati, così come viale dei Pioppi. Su via dei Tigli un pezzo di cornicione è volato in mezzo alla strada e il vento ha fatto piegare anche il cartello che indica la via. Ad Alfonsine nel piazzale della stazione è caduto un pino domestico che ha fortemente danneggiato tre auto in sosta, mentre un altro arbusto è caduto su strada Rossetta all'altezza del distributore del metano bloccando la strada; il vento, inoltre, ha divelto una sbarra del passaggio a livello di via Passetto. A Fusignano un cipresso è crollato su via Fiumazzo Pini, all'altezza del civico 10, paralizzando il traffico. A Grattacoppa strada chiusa per un pino che è caduto tra via Grattacoppa e via Palazzina. Diverse strade sotto stretto controllo anche a Massa Lombarda (in particolare via Mameli e via 11 Maggio a Fruges). Sono attive diverse squadre di Vigili del Fuoco che stanno ricevendo tantissime chiamate. Sono state movimentate per tenere sotto controllo le situazioni più delicate anche Polizia, Carabinieri e Municipale.

Corsi d'acqua

Sono attualmente sotto monitoraggio corsi e bacini d’acqua. A Lugo lo scolo Brignani sta esondando nella cassa di espansione ed è tenuto sotto controllo dalla Protezione civile della Bassa Romagna e dal Consorzio di bonifica della Romagna occidentale; sempre a Lugo si è riempito notevolmente il canale di via Bedazzo, pertanto è tenuto sotto controllo da Prociv e Polizia municipale. A Sant’Agata sul Santerno è stata chiusa via Giardino in via precauzionale, in seguito all’innalzamento del livello dell’acqua nel fosso.

L'Artico porta un assaggio di inverno: Bora sferzante, mare agitato e neve in collina

Tra gli interventi effettuati si segnalano quelli per alberi divelti e rami abbattuti sulla statale Romea (che è stata chiusa al chilometro 17 ma ora risulta già riaperta), in via Baiona, alla rotonda Svezia, stazione ferroviaria (caduta ramo nei pressi degli uffici di Start Romagna), zona Santa Teresa (albero pericolante), via Carraro Matteucci (albero caduto). Si è provveduto alla chiusura di via Molo San Filippo, a Porto Corsini, da via della Pineta a via del Remo per caduta pannelli. La circolazione del traghetto tra Marina di Ravenna e Porto Corsini è stata sospesa per il vento forte. Via Antico Squero è stata chiusa per la presenza di materiali in strada. Per la rottura degli ormeggi della nave Lady Aziza, in Darsena, stanno intervenendo Capitaneria di porto e Autorità portuale e al momento non si segnalano situazioni di pericolo. Enel è intervenuta per interruzioni sulle linee di bassa tensione a Ravenna in via Vitali, a Mezzano in via Marchetti, a Piangipane in via Piangipane, a Sant’Alberto in via Gattolo Superiore, ad Ammonite in via Fabbri, a San Pietro in Trento in via Forlivese. Alta e media tensione sono ora funzionanti. Le strutture preposte stanno monitorando la situazione; verranno forniti eventuali aggiornamenti.

Aggiornemento delle 19.00

Il Comitato operativo viabilità, riunito in Prefettura, comunica che al momento, in un contesto che vede il persistere di forti condizioni di maltempo, sono due le situazioni di maggiore criticità: quella di viale Zara a Marina di Ravenna e quella di via delle Valli, tra Marina Romea e la statale Romea. In queste due strade sono state predisposte chiusure/transennamenti, per rimozione alberature o verifiche di stabilità. Inoltre nelle zone di Marina di Ravenna e Casalborsetti alcune strade di viabilità secondaria sono ancora intercluse causa caduta di alberi da aree private o pubbliche, che verranno rimossi a partire dalla giornata di martedì.

Si raccomanda quindi alla popolazione di evitare di accedere a tali vie che saranno transennate ed eventualmente presidiate dalle forze dell’ordine e in generale di prestare la massima attenzione lungo tutta la viabilità, perché la presenza di rami a bordo strada è comunque possibile. I Vigili del fuoco, il Comune, tutte le forze dell’ordine e le autorità di protezione civile, coordinate dalla Prefettura, stanno gestendo l’emergenza cercando di dare massima risposta alle tantissime chiamate ricevute. Dal momento che, a seguito delle abbondanti piogge, si registrano allagamenti nelle abitazioni private, si raccomanda vivamente di non accedere a cantine e scantinati nel caso in cui questi siano allagati. Nel territorio del comune di Ravenna fino alla mezzanotte di martedì sono attive le allerte arancione per vento e stato del mare, gialla per criticità idraulica, idrogeologica e costiera, emesse dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. Si rinnovano le raccomandazioni a mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questi casi, sistemare e fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento e della pioggia o suscettibili di essere danneggiati, non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge; prestare inoltre particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua, alle strade allagate e ai sottopassi e non accedere a questi ultimi nel caso li si trovi allagati.
 

Mareggiate, pioggia e neve: non è finita, nuova allerta meteo della Protezione Civile

albero-caduto-auto-polizia

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • Investito e lasciato morire: fissata l'autopsia, giovane accusata di omicidio stradale

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento