Catene e gomme invernali, le strade interessate: quando scatta l'obbligo e cosa si rischia

Cosa prevede l'obbligo e quali multe si rischiano? Tutto quello che c'è da sapere su gomme termiche, catene da neve e pneumatici all season

Si avvicina il tempo delle delle gomme termiche e delle catene da neve. Dal 15 novembre 2019 al 15 aprile 2020, infatti, è in vigore la norma che obbliga tutti le auto e i mezzi pesanti a montare o avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei a guidare su neve o ghiaccio.

Insomma, dal 15 novembre per rispettare l'obbligo ed evitare le multe si devono montare le gomme termiche, le gomme quattro stagioni, oppure disporre a bordo del veicolo le catene da neve. Tenete presente che tale obbligo riguarda, in effetti, solo alcune strade e viene indicato dall'apposita segnaletica verticale.

Come distinguere le gomme invernali

Il fattore importante per un buon pneumatico da neve è la mescola del battistrada, che al contrario di quella delle gomme normali si mantiene elastica anche a basse temperature, garantendo così una migliore aderenza (da qui l'appellativo "termici" per i pneumatici invernali). Secondo elemento fpondamentale per lo pneumatico invernale è il disegno del battistrada, ricco di lamelle che si aggrappano alla neve. Questi due fattori fanno sì che quando la temperatura scende sotto i 7 °C i pneumatici invernali abbiano migliori prestazioni degli estivi non solo sulla neve, ma anche sul bagnato.

Gli pneumatici per essere considerati invernali necessitano della marcatura M+S (Mud+Snow, fango e neve). Da sola, però, non è garanzia di buone prestazioni invernali, dato che viene posta in autocertificazione dal costruttore anche su gomme "tuttofare". La presenza del "fiocco di neve" o "snow flake" (o, più correttamente, 3PMSF – Three Peak Mountain Snow Flake) il simbolo di un fiocco di neve racchiuso nel profilo di una montagna, certifica che il pneumatico ha superato specifici test invernali e può essere posto sia sui "winter" sia sui "quattro stagioni" di buon livello.

Gomme termiche e pneumatici all season

Fate attenzione a come vi equipaggiate: le gomme invernali (o termiche) sono contraddistinte dal simbolo del fiocco di neve. Sono sicuramente le più performanti in condizioni estreme di neve o ghiaccio. Nel periodo estivo vanno scambiate con un treno di gomme normali.

Esistono però anche le gomme all season (o quattro stagioni), un tipo di pneumatico molto versatile che può essere utilizzato sia in estate che in inverno e consente di evitare l'utilizzo di un doppio treno di gomme. D'altra parte bisogna però notare che le performance su neve dei pneumatici all season non sono all'altezza delle gomme invernali. Nulla vieta comunque di abbinare l'utilizze delle gomme quattro stagioni alle catene da neve qualora le condizioni meteo lo richiedano.

Obbligo gomme invernali: multe e sanzioni

Ma cosa rischia un automobilista che dopo il 15 novembre circola senza gomme termiche e catene a bordo sulle strade dove è previsto l'obbligo? Ovviamente una sanzione amministrativa, che può essere anche molto salata. La multa minima nei centri abitati è di 41 euro, ma può arrivare fino 168 euro. Sulle autostrade e sulle strade extraurbane, principali o assimilate, la sanzione va da un minimo di 84 euro e può arrivare a superare i 300 euro.

Nel caso in cui vengano accertate tali violazioni, l'automobilista non può proseguire la sua corsa senza aver adeguato il veicolo, altrimenti rischia oltre alla sanzione amministrativa anche la decurtazione di tre punti della patente.

Le strade con obbligo di pneumatici invernali

L'obbligo in vigore dal 15 novembre al 15 aprile 2019 riguarda le seguenti strade e autostrade del territorio ravennate:

- A14 Diramazione per Ravenna dal km 0+000 al km 29+800, entrambe le direzioni

- A14 dal km 0+000 al km 144+247, dal km 144+247 al km 507+000, Raccordo di Casalecchio dal km 0+000 al km 5+440 e Ramo d'adduzione Sasso Marconi dal km 0+000 al km 2+700

- la strada statale 3bis “Tiberina” (E45): da Sarsina (FC) a Ravenna (dal km 195,000 al km 250,565); e anche nel tratto compreso tra gli svincoli di Canili (km 162,698) e Sarsina Nord (km 195,000);

- la strada statale 16 “Adriatica”: dallo svincolo A14dir/SS16 dir allo svincolo di Classe (dal km 147,860 al km 157,860);

- la strada statale 67 “Tosco Romagnola”: dallo svincolo di Classe allo svincolo di via Trieste (dal km 217,277 al km 226,200);

- la strada statale 309 Dir “Romea”: intero tratto dalla zona industriale nord di Ravenna (rotatoria località Bassette) allo svincolo A14dir - SS16.

L'obbligo si trova segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale, ha validità anche al di fuori dei periodi indicati in caso di condizioni meteorologiche caratterizzate da precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio e riguarda tutti i veicoli a motore, ad esclusione di ciclomotori e motocicli. L'ordinanza è emanata nel rispetto delle vigenti norme che disciplinano la circolazione stradale (Codice della Strada).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

Torna su
RavennaToday è in caricamento