A Solarolo nasce il Coordinamento antifascista: "Niente spazio a razzismo e violenza"

A meno di due mesi dall'inaugurazione della nuova sede di Forza Nuova nel paese, a Solarolo è stato costituito il Coordinamento Antifascista

A meno di due mesi dall'inaugurazione della nuova sede di Forza Nuova nel paese, a Solarolo è stato costituito il Coordinamento Antifascista, per riunire tutte le realtà territoriali (Amministrazione comunale, associazioni, forze politiche e sindacali) che si riconoscono nei valori fondanti della Costituzione della Repubblica Italiana. Vi fanno parte di diritto la locale sezione Anpi (Associazione nazionale partigiani d'Italia), il cui presidente riveste il ruolo di coordinatore, e il Comune di Solarolo, il cui sindaco, o suo delegato, riveste il ruolo di vice coordinatore. Per ora hanno aderito l'Arci, la Cgil, le Associazioni Cultunauti e Musicattivi, il Partito di Rifondazione Comunista e il Partito Democratico di Solarolo.

"Il Coordinamento nasce per dare forma e testimonianza a qualcosa che, sul territorio di Solarolo, esisteva già: lo spirito antifascista - spiega il sindaco Fabio Anconelli - Si cerca in questo modo di strutturare una rete di associazioni e di realtà che ritengono importante sostenere i principi democratici". Giovanni Rambelli, segretario della sezione Anpi di Solarolo, aggiunge: "Con questo Coordinamento chiediamo alle istituzioni e a tutte le forze democratiche di vigilare e di intervenire con ogni azione possibile per far fronte a quei movimenti come Forza Nuova, che si richiamano apertamente al periodo più buio, violento e vergognoso della nostra storia, e si fondono su elementi di violenza e razzismo, ai quali non va concesso alcuno spazio. Sono le nostre indimenticate vittime che ce lo chiedono. Ci terrei a sottolineare con forza che ciò non significa limitare la libertà di pensiero e di espressione. Significa applicare i principi di democrazia sanciti dalla nostra Costituzione antifascista. Come il presidente Sandro Pertini amava ripetere: "Il fascismo non è un'ideologia. E' un crimine"".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel proprio atto costitutivo, il Coordinamento "si impegna ad organizzare e promuovere iniziative pubbliche sul territorio (incontri, seminari, convegni), per coltivare gli ideali di libertà, democrazia, partecipazione, solidarietà e pace sanciti nella Costituzione. Inoltre, si impegna a supportare le Istituzioni e le associazioni che svolgono iniziative tese a valorizzare la memoria civile e i valori democratici del nostro territorio, e a mantenere vivo il ricordo del sacrificio dei solarolesi vittime delle guerre, affinché sia da monito per una comunità che ripudi la guerra e si basi sui principi della solidarietà e della fratellanza". Il Coordinamento si impegna anche "a combattere sul territorio il presentarsi di ogni forma di razzismo, di neo-fascismo, di xenofobia e di violenza, nonché a vigilare attentamente su ogni realtà che sia in qualche modo promotrice di questi disvalori. Compito fondamentale sarà quello di sostenere la solidarietà e l’inclusione sociale, e di lavorare affinché la comunità locale sia alimentata dai valori dell’uguaglianza, della pace e della convivenza civile. L’adesione al Coordinamento Antifascista di Solarolo è aperta a tutte le realtà associative territoriali che si riconoscono in queste finalità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

Torna su
RavennaToday è in caricamento