L'addio commosso di Vasco Errani: standing ovation dopo l'ultimo discorso

E alla fine il presidente dimissionario si commuove. "Oggi sono in grado di presentare le mie dimissioni. Le firmero' alla fine di questa assemblea"

Lunga standing ovation per Vasco Errani nell'aula dell'assemblea legislativa dopo il suo discorso di addio. E alla fine il presidente dimissionario si commuove. "Oggi sono in grado di presentare le mie dimissioni. Le firmero' alla fine di questa assemblea".Le dimissioni dopo la condanna sono state "una scelta ferma, mai in discussione, convinta e meditata. Questo perche' per me, sopra ogni altra cosa viene l'istituzione. Se avessi fatto diversamente non avrei corrisposto alla mia idea di politica e di governo. Ho comunicato le mie dimissioni, che presento qui in assemblea e che dopo firmero'".

"Rivendico la correttezza del mio operato, non ho commesso falso ideologico, e confido che tutto ciò potrà emergere con chiarezza alla fine del processo. - ha ribadito Errani - Ho sempre espresso pieno rispetto e fiducia nella magistratura e nella giustizia e così continuerò a fare senza 'se' e senza 'ma'. In questi difficili mesi non ho mai né pensato tantomeno dichiarato qualcosa di diverso e così vi assicuro continuerò a fare in piena coscienza". "Mi è sembrato giusto per motivare quel che ho fatto - ha spiegato il governatore - e le ragioni delle mie dimissioni da ogni incarico. Ho voluto distinguere con nettezza e senza incertezza tra me e le istituzioni. Eì stata una scelta convinta e meditata. Per me sopra ogni oltre cosa e quindi anche sopra di me viene l'istituzione".

"Non avro' mai nostalgia di una poltrona – ha assicurato - Non voglio fare l'uomo di ferro, non voglio nascondere il mio dolore e la mia amarezza" ma "l'elemento fondamentale e' cio' che ho sentito intorno a noi in questi giorni" Non pensavo ad un epilogo come questo, ce l'ho messa tutta. Sono orgoglioso di quello che ho fatto". Poi Errani ribadisce: "Non c'e' il modello dell'Emilia-Romagna, ne' tantomeno il modello Errani. Governare significa promuovere cambiamento. Siamo cio' che abbiamo fatto. Siamo le scelte concrete, i risultati, ovviamente anche i limiti, che sono a disposizione dei cittadini".

Anticipare le elezioni di qualche mese in Emilia-Romagna "non sara' un problema". Ne e' convinto Errani. "L'Emilia-Romagna non e' in crisi, a ben guardare si anticipano le elezioni, ma era gia' aperto questo confronto. Anticipare non sara' un problema, sono certo che si andra' avanti" sulla strada del "riformismo" che fa parte della "storia di questa regione".

Fonte Dire

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento