Approvati i bilanci di Ravenna Entrate, Romagna Acque e Ravenna holding

I lavori, per ogni singola delibera, sono stati introdotti da Massimo Cameliani, assessore con delega alle Aziende partecipate

Martedì il consiglio comunale ha approvato i bilanci d’esercizio 2018 di Ravenna Entrate spa, Romagna Acque Società delle Fonti spa e Ravenna Holding spa. Il primo, quello di Ravenna Entrate spa, è stato approvato con 18 voti favorevoli (gruppi di maggioranza), 11 voti contrari (CambieRà, Forza Italia, La Pigna, Lega nord, Lista per Ravenna, Misto, Ravenna in Comune). Il secondo, di Romagna Acque Società delle Fonti spa, è stato approvato con 19 voti favorevoli (gruppi di maggioranza) e 11 voti contrari (CambieRà, Forza Italia, La Pigna, Lega nord, Lista per Ravenna, Misto, Ravenna in Comune). Il terzo, di Ravenna Holding spa, è stato approvato con 17 voti favorevoli (gruppi di maggioranza), 11 contrari (CambieRà, Forza Italia, La Pigna, Lega nord, Lista per Ravenna, Misto, Ravenna in Comune).

I lavori, per ogni singola delibera, sono stati introdotti da Massimo Cameliani, assessore con delega alle Aziende partecipate. Dopo aver ringraziato il presidente di Ravenna Holding, Carlo Pezzi e il direttore amministrativo Marco Calpista, presenti in consiglio, l’assessore ha rappresentato la sua soddisfazione e quella dell’amministrazione comunale per i risultati che la Holding continua a ottenere in termini di efficacia, efficienza e solidità strutturale confermati dall’aumento dei proventi rispetto all’ esercizio precedente. Il risultato netto è pari a 12.622.412 euro e migliora le previsioni del budget di oltre 1,4 milioni di euro. Il patrimonio netto della società alla fine del 2018 ammonta a 470.928.195 euro, significativamente superiore al valore del capitale sociale. Il valore a bilancio delle partecipazioni è pari a 343.811.725 euro. La vendita delle azioni Hera ha consentito l’ottenimento di una plusvalenza di quasi 2,7 milioni di euro. Per quanto riguarda Ravenna Entrate è stato evidenziato il valore della produzione per il 2018 pari a 4.270.051 euro, mentre l’utile prodotto alla fine dell 2018 è pari a 95.155 euro. Romagna Acque Società delle Fonti spa ha confermato il risultato economico positivo con un aumento del valore della produzione rispetto al 2017 e pari a 58.045,928 euro. I costi del personale ammontano a 8.683.793 euro mentre l’utile di esercizio è pari a 7.296.834 euro. Risultano 4.361.490 euro a dividendo degli azionisti, pari al 59,8% dell’utile dell’esercizio.

Il gruppo Pri, nell’esprimere soddisfazione e anticipando il voto favorevole, ha chiesto alcuni chiarimenti sulla possibilità di estensione del servizio di Ravenna Entrate e sulla vendita delle azioni Hera.

Il gruppo Lega nord, rappresentando il voto contrario, ha auspicato l’elaborazione di un documento che esponga con dati obiettivi le ragioni che rendono utile l’esistenza di una struttura come Ravenna Holding.

Il gruppo Pd ha espresso il proprio voto positivo sottolineando i benefici derivanti dalla presenza della Holding che si concretizzano nella erogazione di servizi altamente efficienti a favore di tutti i cittadini.

Il gruppo Lista per Ravenna ha contestato l’esistenza della Holding affermando, tra l’altro, che si tratta di società operanti in regime di monopolio con la protezione del sistema pubblico e che le ricadute generate non sono così positive per la collettività come si vuole far credere.  

Potrebbe interessarti

  • Cosa attrae le zanzare? E' tutta colpa della chimica

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Street food al ristorante? Ecco i locali da provare a Ravenna

I più letti della settimana

  • Sciagura in serata: moto si schianta contro un'ambulanza, muore un 28enne

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Si tuffa e viene colto da un malore: muore nella piscina dell'hotel

  • Muore a 28 anni, fidanzata in prognosi riservata: c'è un testimone del drammatico incidente

  • Vento, grandine e temporali all'orizzonte: nuova allerta meteo

  • Maxi sequestro da 300 milioni a imprenditore: nel ravennate aveva case, negozi e magazzini

Torna su
RavennaToday è in caricamento