Bersani alla festa di Articolo 1: "Serve una novità 'larga', non una strategia di sopravvivenza"

Si è aperta la Festa di Articolo 1 - Movimento democratico progressista. Ospite d'onore della serata è stato Pierluigi Bersani, che non ha risparmiato critiche al nuovo presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Si è aperta giovedì sera la Festa di Articolo 1 - Movimento democratico progressista. Ospite d'onore della serata è stato Pierluigi Bersani, che non ha risparmiato critiche al nuovo presidente del Consiglio Giuseppe Conte: "Ho ascoltato il presidente del consiglio: parole, alcune preoccupanti altre condivisibili perché ovvie, ma bisogna prendere atto che manca un’agenda scandita, non ci sono i 1000 giorni, non c’è una cifra. Si vende quel contratto come un programma di governo ma è solo un documento elettorale. Purtroppo il presidente del consiglio ha perso l’occasione di segnalarsi come tale, di dire qualcosa in più. Per esempio le prime due o tre cose da fare, sarebbe bastato questo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara la posizione sulla situazione politica e il ruolo delle opposizioni: "Chi ha lavorato per il fidanzamento tra Cinque stelle e Lega adesso invoca il matrimonio indissolubile. Bisogna stare attenti, perchè sono profezie che si autoavverano. E io non credo che la prospettiva del fronte antipopulista battezzato 'nazareno' possa essere utile e vincente. No ai fronti “anti”, serve una novità e non una strategia di sopravvivenza. Populismo è una parola che dice tutto e niente. Noi abbiamo di fronte demagogia e una nuova destra regressiva. Sono queste le categorie. Lasciamo stare i fronti “anti”, vengono percepiti come fronti di sopravvivenza. Io sono per costruire una convergenza larga perché ognuno che si senta di sinistra civica, liberale, sociale, radicale riformista metta a disposizione le sue sigle, le sue persone per i passi indietro necessari oltre che per i passi avanti, per creare una novità. Perchè senza una novità tutti i frontismi diventano meccanismi puramente difensivi e non portano da nessuna parte”. La festa di Articolo Uno proseguirà fino a domenica e riprenderà venerdì con Roberto Speranza, Arturo Scotto, Rossella Muroni e Vasco Errani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Scoppia un incendio nell'allevamento: tanti uccelli morti tra le fiamme

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro un muretto: grave incidente sulla Brisighellese

  • Fase due, Bonaccini: "Prudenza o tra qualche settimana dovremo richiudere"

  • Il caso era stato segnalato a "Chi l'ha visto?", trovata l'anziana allontanatasi da Milano

Torna su
RavennaToday è in caricamento