Bilancio consuntivo Provincia 2011, un avanzo di un milione 863mila euro

L’esercizio 2011 ha chiuso con un avanzo di amministrazione di 1 milione 863 mila euro, per due terzi derivante dalla gestione residui

“L’esercizio 2011 ha chiuso con un avanzo di amministrazione di 1 milione 863 mila euro, per due terzi derivante dalla gestione residui, che nell’esercizio 2012 sarà destinato in buona parte al finanziamento degli investimenti”. L’assessore al bilancio, Luciano Ronchini, ha introdotto con queste parole la presentazione al consiglio del consuntivo.

“Il patto di stabilità interno è stato rispettato – ha aggiunto Ronchini - grazie all’intervento della Regione Emilia-Romagna che ha messo a disposizione della Provincia un extra budget di 3 milioni 265 mila euro per i pagamenti delle spese in conto capitale”. “La gestione di competenza chiude con un disavanzo di 448 mila euro che si trasforma in un risultato positivo grazie all’applicazione dell’avanzo di amministrazione dell’esercizio 2010. Per quanto riguarda la parte corrente – prosegue Ronchini - la previsione definitiva delle entrate tributarie è stata superiore di circa 1 milione di euro rispetto a quella iniziale, questo grazie al buon andamento dell’imposta sulle assicurazioni RC auto ( + 1,4 milioni di euro) che ha permesso di assorbire il taglio alla compartecipazione IRPEF ( - 523mila euro).”

“Gli accertamenti delle entrate tributarie hanno superato di circa mezzo milione di euro le previsioni definitive: Ciò è da imputarsi al maggior gettito dell’IPT. Tale maggiore entrata ha determinato un avanzo di competenza corrente di circa 580 mila euro - continua Ronchini -. Fra le maggiori entrate extratributarie spiccano quelle per utili da società partecipate ( + 173 mila euro) che hanno compensato le minori entrate ( - 170 mila euro) per sanzioni (caccia e pesca e codice della strada).”

“Nella parte investimenti – ha rilevato Ronchini - i nuovi mutui assunti sono inferiori alle quote di capitale rimborsate ( - 200mila euro) così il debito complessivo della Provincia si riduce sensibilmente. Rispetto al 2010 gli investimenti realizzati sono diminuiti di circa 7 milioni di euro: 20.718.206 contro 27.763.867. Tra i comparti più penalizzati, la formazione professionale (da 125.185,55 a zero euro), l’agricoltura (da 541.742 euro a 236.845), la viabilità (da 15.303.831 a 7.311.777). Sono naturalmente diminuiti, rispetto all’esercizio precedente, gli investimenti finanziati dalla Regione o da altri enti. Le operazioni di reimpiego della liquidità - che costituiscono solo un investimento temporaneo e non vanno a incrementare il patrimonio dell’ente - hanno avuto un volume inferiore rispetto al 2010 e ciò spiega la differenza emersa fra l’accertamento e la previsione.”

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

  • Colto da malore in auto col figlioletto: cittadini e Polizia locale evitano il disastro

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento