Caccia, i leghisti romagnoli sottoscrivono il "Manifesto del mondo venatorio"

I due leghisti rispondono positivamente all’appello lanciato dalla ‘cabina di regia venatoria’ e rilanciano per una “una politica nazionale responsabile al servizio di cacciatori e aziende faunistiche”

Il candidato della Lega alla Camera dei Deputati e capolista nel collegio plurinominale romagnolo, Jacopo Morrone, e il consigliere regionale del Carroccio e Presidente della Commissione bilancio, Massimiliano Pompignoli, rispondono positivamente all’appello lanciato dalla ‘cabina di regia venatoria’ e rilanciano per una “una politica nazionale responsabile al servizio di cacciatori e aziende faunistiche”. L’appoggio della Lega romagnola al mondo venatorio arriva sull’onda della sottoscrizione del documento da parte di Giancarlo Giorgetti, deputato e vicesegretario federale della Lega, e del candidato premier Matteo Salvini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Lega in Romagna ha sempre difeso l’attività venatoria e il ruolo dei cacciatori - spiegano i due leghisti - La strategicità della caccia deve ritornare al centro dell’azione politica nazionale nella convinzione che una sua gestione responsabile non può che favorire, attraverso il controllo e la selezione delle specie selvatiche, una sana conservazione del patrimonio agricolo delle nostre campagne. E' arrivato il momento di voltare pagina e di guardare alla caccia con metodo e propensione costruttiva. La decennale crociata ambientalista ha provocato danni irreparabili ma la politica di Governo deve assumersi la responsabilità di diffondere i veri valori, le tradizioni e la cultura dell’attività venatoria. La caccia e chi la pratica non è una minaccia per l’ecosistema e la biodiversità, quanto piuttosto un prezioso strumento a tutela dell’ambiente e della fauna agropastorale di questo Paese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento