Carabinieri aggrediti, Ancisi: "Sradicare con forza l'immigrazione che delinque"

E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi.

"La violenta aggressione di un extracomunitario nord africano ad una pattuglia di carabinieri, nel pieno centro di Ravenna, a lato di Piazza del Popolo e di via Diaz, è l’ennesima dimostrazione che in casa nostra il fenomeno dell’immigrazione dedita a delinquere si è talmente radicato in ogni sua manifestazione, a danno stesso e forse maggiore dell’immigrazione onesta e laboriosa, che il problema non è più solo di contrastarne gli sviluppi, a cui purtroppo non è possibile porre limiti di brutalità, ma di sradicarlo con forza". E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi.

"Mentre esprimiamo solidarietà ai carabinieri aggrediti, e in particolare a Pasquale Iacoviella che ne ha subito maggiormente i colpi, ribadiamo il plauso per come le forze dell’ordine statale - con scarsi mezzi e in un ambiente politicamente refrattario a porre l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini in cima alla scala dei valori della convivenza pacifica - si oppongono, con professionalità, determinazione e coraggio, alla deriva del degrado civile nella nostra comunità - aggiunge Ancisi -. Ma queste espressioni sarebbero vuote e solamente cerimoniali se, consapevoli della grande responsabilità di cui siamo investiti, quale massima forza dell’opposizione locale certificata dai cittadini di Ravenna coi più attuali dati elettorali, non assicurassimo che il programma di governo di questo Comune a cui ci stiamo attrezzando con serena distensione ma con lucidità, pone come primo obiettivo un giro di vite contro la malvivenza, consapevoli che, per fare pulizia in casa, le sue porte non devono più essere aperte a chi non merita accoglienza".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Fino a prova contraria, i fatti del Comune di Ravenna sono prodotti da chi governa la città. Quando ci sarà un cambiamento si potranno valutare gli impegni assunti dalla nuova classe dirigente. Enzo Dalmonte

  • Inutile scrivere e dare peso a dichiarazioni esclusivamente verbali, la politica e le affermazioni di chi esercita sono per tutti specchietti per le allodole che ora mai in questi tempi non ci cascano più.

  • fatti non parole!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lotta ai ladri, è boom per le chat di quartiere: "Non siamo ronde"

  • Cronaca

    Coltivava cannabis in un calanco impervio e nascosto, ma i carabinieri lo prendono

  • Incidenti stradali

    Sorpasso azzardato e schianto con cappottamento: gravi due giovani sbalzati dall'abitacolo

  • Incidenti stradali

    Tamponamento tra camion in A-14: mega frittata su due corsie tra Faenza e Forlì

I più letti della settimana

  • Referendum Costituzionale, a Ravenna oltre cento firme per il "Manifesto per il sì"

  • L'ex senatore Mercatali: "Referendum, voto sì. E se vince il no, Renzi resti"

  • Sicurezza, si prepara bando per nuovi vigili: "Ora non sono sufficienti"

  • Piogge record e grandine in Bassa Romagna: la Lega chiede lo stato d’emergenza

  • Accoglienza profughi, il Pd: "Da parte nostra nessuna retromarcia"

  • L'opposizione presenta una mozione sull'educazione sessuale nelle scuole

Torna su
RavennaToday è in caricamento