Carabinieri aggrediti, Ancisi: "Sradicare con forza l'immigrazione che delinque"

E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi.

"La violenta aggressione di un extracomunitario nord africano ad una pattuglia di carabinieri, nel pieno centro di Ravenna, a lato di Piazza del Popolo e di via Diaz, è l’ennesima dimostrazione che in casa nostra il fenomeno dell’immigrazione dedita a delinquere si è talmente radicato in ogni sua manifestazione, a danno stesso e forse maggiore dell’immigrazione onesta e laboriosa, che il problema non è più solo di contrastarne gli sviluppi, a cui purtroppo non è possibile porre limiti di brutalità, ma di sradicarlo con forza". E' quanto afferma il capogruppo in consiglio comunale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi.

"Mentre esprimiamo solidarietà ai carabinieri aggrediti, e in particolare a Pasquale Iacoviella che ne ha subito maggiormente i colpi, ribadiamo il plauso per come le forze dell’ordine statale - con scarsi mezzi e in un ambiente politicamente refrattario a porre l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini in cima alla scala dei valori della convivenza pacifica - si oppongono, con professionalità, determinazione e coraggio, alla deriva del degrado civile nella nostra comunità - aggiunge Ancisi -. Ma queste espressioni sarebbero vuote e solamente cerimoniali se, consapevoli della grande responsabilità di cui siamo investiti, quale massima forza dell’opposizione locale certificata dai cittadini di Ravenna coi più attuali dati elettorali, non assicurassimo che il programma di governo di questo Comune a cui ci stiamo attrezzando con serena distensione ma con lucidità, pone come primo obiettivo un giro di vite contro la malvivenza, consapevoli che, per fare pulizia in casa, le sue porte non devono più essere aperte a chi non merita accoglienza".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Fino a prova contraria, i fatti del Comune di Ravenna sono prodotti da chi governa la città. Quando ci sarà un cambiamento si potranno valutare gli impegni assunti dalla nuova classe dirigente. Enzo Dalmonte

  • Inutile scrivere e dare peso a dichiarazioni esclusivamente verbali, la politica e le affermazioni di chi esercita sono per tutti specchietti per le allodole che ora mai in questi tempi non ci cascano più.

  • fatti non parole!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incubo terremoto in Centro Italia, nuova fortissima scossa: avvertita anche a Ravenna

  • Cronaca

    Un maxi polo della sanità privata: Domus Nova rileva la San Francesco

  • Cronaca

    Raffiche di Bora e mare mosso: affonda peschereccio al porto canale di Cervia

  • Cronaca

    Subisce furti in continuazione, barista esasperato: inchiodato il ladro

I più letti della settimana

  • Variante all'Adriatica, Ancisi: "Delirante un nuovo 'corridoio' tra Ravenna e Ferrara"

  • Gradimento dei sindaci, in lieve calo il consenso per Michele De Pascale

  • Faenza, ancora polemica sui nomadi di via Corbari: "Giunta vergognosa"

  • Toilette di Piazza Kennedy, Alberghini: "Sperpero di denaro. Gli errori vanno ammessi"

  • Pd, nominato il coordinatore della segreteria provinciale: è Damiano Giacometti

  • Profughi nel faentino, la Lega: "Numeri inquietanti, sono oltre 200 in tutto il territorio"

Torna su
RavennaToday è in caricamento