Pd, Eleonora Proni non si ricandida alla segreteria: "Non è un ritiro, mi metto solo ‘un po' più di lato’"

"Fare il sindaco e il segretario provinciale è una cosa complicata, soprattutto se si vogliono fare bene entrambe le cose", afferma Proni

Eleonora Proni non si ricandiderà alla segreteria provinciale del Pd di Ravenna, incarico che copre dall'agosto del 2016. Il percorso congressuale, iniziato nella primavera scorsa con le primarie del 30 aprile per l’elezione del segretario e dell’assemblea nazionale Pd, si concluderà in questo mese con le assemblee per l’elezione dei segretari di circolo, dei segretari comunali, e del segretario provinciale. "Dopo un periodo di riflessione - afferma Proni - sono arrivata alla conclusione che non ci sono le condizioni per una mia ricandidatura. Fare il sindaco e il segretario provinciale è una cosa complicata, soprattutto se si vogliono fare bene entrambe le cose. Non credo di essere in condizione di gestire questo doppio incarico con la necessaria dedizione".

"Ho assunto questo mandato in una fase particolare perché ho ritenuto che nelle condizioni politiche che si erano determinate potevo essere utile a garantire un passaggio delicato della vita del partito fino alla conclusione fisiologica della stagione congressuale - continua Proni -. Ho messo molto impegno nel gestire la situazione anche difficile dell'ultimo anno e credo che il partito abbia dimostrato di essere capace di confrontarsi e di gestire una dialettica interna vivace ma reggendo anche l'urto della scissione che è avvenuta. Abbiamo dovuto confrontarci con la scelta di alcuni di abbandonare il Pd ma ritengo che questo sia accaduto per effetto di dinamiche e scelte nazionali e non per presa di distanza dalla linea di gestione del partito a livello locale.

"Personalmente ho cercato di dare il mio contribuito per un partito provinciale attento e rispettoso dei territori, credo di aver tutelato sempre il diritto di tutti di intervenire e contribuire alle decisioni, ragionando sui problemi ed evitando gli scontri ideologici e personalistici, riconoscendo il valore dell'unità - chiosa l'esponente democratica -. Sono certa che questo stile e questo clima resteranno come criterio fondante anche per il futuro e che il partito elaborerà la propria proposta politica a partire da questi presupposti. Ringrazio tutti coloro con cui ho lavorato in questo tempo, so che anche per loro è un impegno faticoso ma che affrontano con competenza e passione. Ci aspetta una fase complessa e delicata che va affrontata con serietà ed entusiasmo. Non ho nessuna intenzione di ritirarmi, resto completamente a disposizione del nostro partito, mi metto solo ‘un po' più di lato’ convinta che ci saranno tante nuove energie per proseguire il cammino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento