Coronavirus, la Pigna: "Igienizzare strade e luoghi pubblici come Ferrara"

"Sebbene sul grado di efficacia di tale pratica esistano pareri contrastanti, è la stessa Oms a consigliare l’igienizzazione periodica dei luoghi pubblici così come di quelli privati"

"Una soluzione enzimatica che, mescolata all’acqua, fissa a terra batteri, polveri sottili, molecole biologiche che vengono poi lavate e smaltite attraverso le fognature, impedendo loro di propagarsi. Il tutto senza danni per la salute di persone, animali e/o per l’ambiente poiché tale soluzione non inquina". Nelle scorse settimane, la lista civica La Pigna ha sollecitato più volte il sindaco de Pascale affinché procedesse all’igienizzazione di strade e luoghi pubblici su tutto il territorio comunale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oggi, gli rinnoviamo l’invito suggerendogli di adottare la soluzione utilizzata in questi giorni dal Comune di Ferrara - spiega la capogruppo Veronica Verlicchi - Lo stesso Dipartimento della Protezione civile ha sollecitato la sanificazione dei luoghi pubblici di tutto il territorio nazionale, arrivando a siglare un accordo con Coldiretti per l’utilizzo dei mezzi dei loro aderenti. Sebbene sul grado di efficacia di tale pratica esistano pareri contrastanti, è la stessa Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) a consigliare l’igienizzazione periodica dei luoghi pubblici così come di quelli privati. Ad oggi, si sa che il Covid-19 sopravvive anche sulle superfici dure, ma non vi sono evidenze scientifiche che attestino con certezza quanto riesca a resistere e dopo quanto tempo perda la sua potenza. Si parla di qualche ora come addirittura di giorni. Ecco allora come risulti ancora più importante, per scongiurare ogi pericolo di contagio, procedere con la pulizia approfondita di tutte le superfici dure. Comuni limitrofi, come Forlì, Rimini e Ferrara stanno procedendo in questo senso già da diversi giorni. Certo è che sarebbe una buona pratica effettuare periodicamente il trattamento di igienizzazione delle strade e dei luoghi pubblici, anche al di là dell’emergenza Coronavirus, poiché sulle superfici si annidano germi, batteri, polveri sottili e talvolta virus che possono dare vita a malattie e allergie a carico di persone e di animali.  Ci auguriamo che questa volta de Pascale accolga il nostro invito e ascolti la voce dei tanti ravennati che da giorni gli chiedono di procedere con la sanificazione dei luoghi pubblici di tutto il nostro Comune. In questa dura battaglia, è bene non lasciare nulla di intentato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, morto un 59enne: è la vittima più giovane. "Un amico meraviglioso"

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento