Crisi delle nascite: "Peggio di Ravenna solo la Sardegna: ripristinare l'assegno di gravidanza"

Il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi fa il punto su natalità e sostegni alla gravidanza, chiedendo anche spiegazioni sull'annunciata istituzione di un 'Tavolo della natalità'

Il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi fa il punto su natalità e sostegni alla gravidanza. "Una famiglia interessata all’“Assegno di gravidanza”, istituito dal Comune anni addietro allo scopo di sostenere le donne che non possono permettersi di far nascere figli o  di portarne alla nascita il concepimento, non ne ha trovato traccia nel sito internet del Comune. Di qui la richiesta pervenutami perché ne chiedessi spiegazione al Servizio Sociale dell’ente - spiega il consigliere d'opposizione -  La risposta è stata che i fondi comunali per l’assegno di gravidanza sono stati “sospesi”, perché è stato attivato il fondo statale chiamato “Premio nascita”".

“Premio nascita” e“Assegno di gravidanza”, come spiega Ancisi, non sono però la stessa cosa. "Il “Premio” va richiesto dopo il settimo mese di gravidanza ed è erogato a chiunque risieda in Italia, a prescindere dal proprio reddito e da qualsiasi altra condizione. L’“Assegno” fu invece concepito dal Comune per aiutare la gravidanza dopo il quarto mese, poi innalzato al quinto per scarsità di fondi, ed era riservato alle donne con basso reddito: arrivava dunque in tempo per evitare il ricorso forzato all’aborto legale, possibile solo entro il secondo trimestre, da parte delle donne condizionate dal bisogno economico. Non si sa da quanti anni l’assegno di gravidanza sia stato cancellato, né quali fondi fossero stati messi a disposizione per finanziarlo, quante richieste siano state avanzate e quante esaudite. Non si è nemmeno riscontrata traccia che questa nuova forma di aiuto sia stata pubblicizzata".

Il sindaco lancia l'allarme: "In 7 anni 30% di nascite in meno"

Il “Tavolo sulla natalità” 

È stata annunciata nel luglio scorso la decisione del sindaco di istituire a settembre un tavolo sulla natalità. "A novembre l’Istat ha documentato come negli ultimi otto anni le nascite siano diminuite in Italia di oltre 100 mila, abbattendo il numero medio di figli per donna italiana a 1,26, uno dei più bassi in Europa e nel mondo - spiega Ancisi - A Ravenna il tasso di fecondità non supera l’1,1 (il peggiore d’Italia esclusa la Sardegna), che ha fatto parlare De Pascale di un “rischio di estinzione”. Dunque, una politica volta a ritrovare la perduta natalità deve necessariamente sostenere le famiglie che, pur volendo avere figli, sono costretti a rinunciarvi. Eppure del Tavolo sulla natalità promesso del sindaco per il settembre scorso si è finora solamente discusso con alcune delle sue eventuali gambe, senza averlo nemmeno messo in piedi".

"Un Comune che versa in profonda crisi demografica e vuole fronteggiarla non può tagliare le proprie iniziative a favore delle nascite, trincerandosi dietro provvedimenti nazionali di diverso genere, valide su tutto il territorio nazionale, anche dove la situazione non è altrettanto drammatica, o dove non lo è affatto - conclude il consigliere presentando un'interrogazione - Tanto basta per chiedere al sindaco se intende rendere pubblica, rispondendo a questa interrogazione, una relazione dettagliata su come è avvenuta l’istituzione dell’“Assegno di gravidanza”, su come ne è stata finanziata e gestita l’erogazione, da quale periodo il provvedimento è stato di fatto sospeso e comunque se intende ripristinarlo, anche attivando le competenze del consiglio comunale, in coerenza con la volontà dichiarata di promuovere la natalità contrastando il “rischio estinzione”. Con l’occasione, si chiede notizia dello stato di organizzazione dell’annunciato “Tavolo sulla natalità”, e con quale previsione temporale si intende attivarlo, certi che il suddetto “Assegno di gravidanza” possa rappresentare un segno tangibile di buona volontà politica in tale direzione".

La cicogna è atterrata 1149 volte nel 2017: Sofia e Alessandro i nomi preferiti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento