Forza Italia vota a favore del deposito Gnl: "10 anni fa un'occasione persa"

"Le garanzie fornite dalle autorità competenti con la diminuzione dell’ampiezza dell’area di rischio in caso di eventuale incidente, appaiono un motivo in più per togliere dubbi in vista del voto nel consiglio comunale di martedì", afferma Ancarani

Forza Italia annuncia il "sì" al deposito Gnl. "Lo avevamo detto appena la notizia era divenuta di dominio pubblico e intendiamo ribadirlo anche ora nonostante assumere questa responsabilità possa portare più “rogne” che benefici politici - esordisce il consigliere Alberto Ancarani nel chiarire i motivi di questa decisione -. In questi mesi varie volte sono arrivate in consiglio comunale, e nella fattispecie nelle commissioni competenti, richieste per estrazione di idrocarburi a terra, o di ricerche in tal senso con strumenti più o meno invasivi da parte di privati (spesso multinazionali), che prevedevano un forte impatto ambientale e dunque destavano nell’opinione pubblica preoccupazione per la salute e per la salvaguardia dell’ambiente. Nella consapevolezza che alcuni di questi timori non erano campati per aria, pur essendo la natura del nostro movimento favorevole all’imprenditoria e al progresso tecnologico, abbiamo assistito alle varie presentazioni di progetti con atteggiamento guardingo arrivando ad auspicare che le autorità competenti – in quasi nessun caso determinante era il parere dell’amministrazione comunale - non autorizzassero le perforazioni o gli escavi".

Due depositi di gas naturale nel Porto di Ravenna: un progetto da 70 milioni di euro

"Di tutt’altra natura è la notizia della richiesta per un deposito di gas liquido costiero, giunta da Pir ed Edison - prosegue l'esponente azzurro -. A nostro avviso essa va in una direzione che consideriamo non solo opportuna ma fortemente auspicabile essendo la moderna tecnologia idonea a rendere un simile sistema molto meno impattante rispetto ad altre scelte e addirittura a rendere il nostro porto meno inquinante e anche più sicuro oltre a creare le condizioni affinchè divenga più attrattivo. Le garanzie fornite dalle autorità competenti con la diminuzione dell’ampiezza dell’area di rischio in caso di eventuale incidente, appaiono un motivo in più per togliere dubbi in vista del voto nel consiglio comunale di martedì. Stiamo ancora pagando l’occasione persa quasi dieci anni fa con la scelta di non realizzare un rigassificatore a mare, che avrebbe dato al nostro porto e al nostro sistema industriale nuove opportunità di sviluppo. Un movimento come Forza Italia, contrario ad ogni ipotesi di “decrescita felice” e intollerante al fenomeno del Nimby non può che dare parere favorevole a questo deposito, utile al rifornimento delle navi con modalità meno inquinanti rispetto ad oggi, caldeggiato da Autorità di Sistema e consentito da un recente decreto legislativo".
                                                                                                               

Potrebbe interessarti

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • Ristoranti messicani: i nostri consigli per un cena piccante e gustosa in Romagna

  • Uno sciame d'api in casa? Come allontanarle pacificamente

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • Bimbo morto annegato a Mirabeach, le indagini continuano. La direzione del parco: "Collaborazione con gli inquirenti"

  • Bimbo annegato, s'indaga per omicidio colposo. La tragica scena ripresa dalle telecamere

  • Fulmini e raffiche di vento da sabato pomeriggio: scatta l'allerta "gialla" per temporali

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento