Deposito di gas di San Potito: "La competenza di Via è in capo al ministero dell’Ambiente"

"Le prove richieste - risponde l’assessore all’Ambiente, Paola Gazzolo - nel marzo scorso sono state sottoposte a verifica di assoggettabilità a Via di competenza statale"

"Perché la Regione ritiene di non dover sottoporre a valutazione di impatto ambientale (Via) le prove di iniezione di gas proposte dalla società Edison nell’ambito del progetto di ampliamento del deposito di gas sotterraneo di San Potito e Cotignola, nel ravennate, tramite aumento della capacità di stoccaggio mediante superamento della originaria pressione statica di fondo?". E' quanto chiede Andrea Bertani, consigliere del Movimento 5 stelle, in un’interpellanza discussa in Aula.

"Le prove richieste - risponde l’assessore all’Ambiente, Paola Gazzolo - nel marzo scorso sono state sottoposte a verifica di assoggettabilità a Via di competenza statale, che si è conclusa con l’esclusione, da parte del ministero dell’Ambiente, dalla procedura. Al contrario di quanto sostenuto dall’interpellante, nel maggio 2018 la Regione, nelle osservazioni inviate al Ministero, aveva indicato come “opportuno e necessario sottoporre a Via il progetto in considerazione dei potenziali impatti ambientali, tanto che Edison, nell’ottobre 2018, aveva proposto di eseguire prove di iniezione di gas, per testare la capacità di stoccaggio del sito, in due fasi distinte. Dunque, la Regione ha lasciato che fosse il Ministero a esprimersi sulla Via riguardo le prove di iniezione, pur manifestando al dicastero forti preoccupazioni e chiedendo di rivedere la decisione assunta, fermo restando che il progetto di ampliamento della capacità di stoccaggio del sito di San Potito è comunque soggetto a procedimento di Via".

Bertani si dichiara insoddisfatto, in quanto la Regione "dovrebbe dire chiaramente che aumentare la pressione del gas in un sito di stoccaggio è pericoloso per eventuali conseguenze sismiche. Anche i 5 stelle, comunque, solleciteranno il ministero dell’Ambiente al massimo rigore nella valutazione di impatto ambientale di qualsivoglia progetto di ampliamento della capacità di stoccaggio del sito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento