Elezioni a Bagnacavallo, Brocchini (Lega): "Creiamo una casa per le donne"

E' la proposta di Cristina Brocchini, candidata consigliere della lista Lega per il comune di Bagnacavallo

"Quando una donna viene perseguitata, secondo la legge attuale purtroppo non ha molte possibilità di poter sfuggire al suo persecutore, perché non sa come comportarsi, perché la paura o la vergogna non consentono a queste donne di prendere la giusta decisione e denunciare. Perché a volte anche quello non serve. E' necessario che le amministrazioni comunali tengano conto di questo importante aspetto nel gestire la cittadinanza nella sua interezza". Esordisce così Cristina Brocchini, candidata consigliere della lista Lega per il comune di Bagnacavallo.

"Noi donne, ragazze, adolescenti, bambine non abbiamo purtroppo quella forza fisica che ci possa permettere di difenderci in caso di aggressione - prosegue la candidata - Credo che ogni Comune debba mettere a disposizione di donne, ragazze, adolescenti, bambine una struttura che possa prepararle non solo a difendersi fisicamente, ma anche psicologicamente. La cosa più difficile per queste donne è quando il persecutore è un fidanzato, convivente o marito che non accetta la fine della relazione. Sappiamo che una donna vittima di uno stalker, anche dopo avere denunciato l’episodio, si ritroverà sola nella sua battaglia contro un persecutore tutelato dalla burocrazia, col quale spesso è costretta a vivere sotto lo stesso tetto: per queste donne si prospetta un vero e proprio calvario pieno di paure e ripensamenti. Ci richiamiamo al disegno di legge nato su iniziativa del Governo ribattezzato #codicerosso (già approvato alla Camera) per creare una struttura e a promuovere associazioni “di e per” donne, ragazze, adolescenti, bambine determinate a voler imparare le varie discipline per l’autodifesa personale. Donne preparate ad affrontare situazioni critiche, donne che abbiano la forza necessaria per difendersi dai propri persecutori, che si trovino fuori o dentro le proprie case. Donne pronte a riprendersi la propria vita, la propria dignità. Una struttura pronta anche ad ascoltare le vittime di stalking, vittime di abusi domestici, vittime che non hanno la forza o il coraggio di ribellarsi per paura di ritorsioni. E vi posso assicurare che ce ne sono tante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento