Elezioni regionali, Potere al Popolo annuncia: "Sulle schede anche il nostro simbolo"

"Ci saremo perché non ne possiamo più degli appelli “per riunire la sinistra” quando poi, di volta in volta, quella “sinistra” torna a essere fedele stampella del Pd", esordisce la nota

Alle prossime elezioni regionali ci sarà sulle schede anche il simbolo di Potere al Popolo. "Ci saremo perché non ne possiamo più degli appelli “per riunire la sinistra” quando poi, di volta in volta, quella “sinistra” torna a essere fedele stampella del Pd - esordisce la nota -. Ma, soprattutto, ci saremo con i nostri contenuti, per rimettere al centro del dibattito i veri bisogni dei cittadini e delle fasce popolari". Sono tre i temi principali che saranno portati avanti da Potere al Popolo in questa campagna politica".

"Il primo riguarda la battaglia per l’ambiente nella regione più inquinata d’Europa - viene riportato -. Abbiamo un’idea molto diversa da quella del PD di Bonaccini e della Lega, che perseguono un modello di sviluppo basato sul consumo intensivo di suolo e sulle “grandi opere” ad altissimo impatto. Il secondo è la difesa dei lavoratori, perché anche in questa regione il lavoro è sempre più precario, frammentato e dominato da contratti spazzatura, come quelli frequenti delle false cooperative. Infine, il nostro deciso rifiuto dell’autonomia differenziata, che vede di nuovo una totale convergenza Pd-Lega e che produrrebbe solo l’aumento della disuguaglianza, non solo fra regioni ma anche dentro le regioni, fra i ricchi sempre più ricchi e i poveri sempre più sfruttati".

"Potere al Popolo è l’alternativa necessaria sia all’asse Pd-Lega, diversi solo nelle parole ma compatti nel difendere gli interessi dei grandi speculatori, sia alla manifesta incapacità del M5S di reggere una benché minima coerenza con le loro promesse elettorali - viene aggiunto -. Sappiamo che ci si pone di fronte una grande sfida, perché non sarà facile far emergere questioni reali nel dibattito falsato dalla fittizia contrapposizione Pd-Lega e la vuota retorica del voto utile. Per questo, fin da settembre, avremo bisogno, per la campagna politica a partire dalla raccolta firme, di tutti quelli che non vogliono cadere in questa farsa e pretendono una lotta autentica per i bisogni di tutti contro gli interessi dei soliti pochi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

  • Trova un portafogli pieno di soldi e lo restituisce all'anziano: "La mia religione mi impone di essere onesto"

Torna su
RavennaToday è in caricamento