Il Pd punta sulla riconferma di Rontini in Regione: "Per le comunali il centro-sinistra sia unito"

In vista delle scadenze elettorali regionali e amministrative comunali, si è riunita giovedì sera la direzione comunale del Partito Democratico di Faenza

In vista delle scadenze elettorali regionali e amministrative comunali, si è riunita giovedì sera la direzione comunale del Partito Democratico di Faenza. Dopo la richiesta unanime dei giorni scorsi da parte dei circoli e dagli amministratori dei Comuni della Romagna faentina di una ricandidatura di Manuela Rontini alle elezioni regionali, anche la direzione faentina si è espressa in modo compatto in tal senso. Come sottolineato nei numerosi interventi, "Manuela ha rappresentato per Faenza e il territorio un punto di riferimento fondamentale per i cittadini, l'associazionismo e gli amministratori che hanno potuto beneficiare in questi anni del suo lavoro attento e costante".

Sul versante delle elezioni amministrative della prossima primavera, dopo un ampio confronto, il segretario comunale Maurizio Randi ha proposto alla direzione un documento di sintesi che fissa i punti fondamentali per affrontare il percorso che porterà alla formazione della coalizione di centrosinistra e all'individuazione della candidatura a sindaco. "L'obiettivo pioritario è il rafforzamento dell'area politica di centro-sinistra che, partendo dall'esperienza amministrativa di questi anni alla guida di Faenza, possa raccogliere nuove energie e allargare la partecipazione alla vita politica della città - si legge nel documento approvato all'unanimità - Perciò il Pd faentino riprenderà il confronto con tutte le altre forze politiche allargandolo anche alle espressioni e formazioni civiche presenti ed emergenti sul territorio al fine di creare una coalizione ampia e inclusiva. Questi momenti di confronto serviranno a elaborare idee programmatiche condivise, precondizione per una futura coalizione di centro-sinistra. Con lo stesso spirito di unitarietà e collegialità, il Pd dovrà individuare il futuro candidato alla carica di sindaco in tempi ragionevolmente rapidi. La necessità di giungere a una scelta che sia frutto della massima condivisione e del pieno rispetto delle diverse sensibilità del partito è prioritaria. Ogni atteggiamento pregiudiziale a livello politico o personale, così come forzature o decisioni unilaterali, sono da ritenersi totalmente incompatibili con quanto auspicato".

"In ragione di questo percorso unitario, il Partito Democratico dà mandato alla segreteria comunale di perseguire ogni sforzo per giungere a una candidatura unitaria, condivisa con l'insieme della coalizione di centro-sinistra - conclude il documento - Vista la necessità di rafforzare l'azione politica, il confronto con le altre parti politiche e gli stakeholder della città e per garantire un adeguato supporto organizzativo, la segreteria comunale individuerà la figura di coordinatore della campagna elettorale. Il Partito Democratico invita infine il sindaco, gli assessori e il gruppo consiliare a condivedere tutte le scelte che potranno incidere sul futuro della città, così come, per ragioni di sobrietà, ritiene inopportuna la nomina di un nuovo membro di giunta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento