Imbrattati i manifesti elettorali delle liste di centrosinistra: "Gesto provocatorio"

Vandali contro i manifesti elettorali della lista a sostegno della candidatura di Stefano Bonaccini alle elezioni regionali del 26 gennaio Emilia-Romagna Coraggiosa

Vandali contro i manifesti elettorali delle liste a sostegno della candidatura di Stefano Bonaccini alle elezioni regionali del 26 gennaio Emilia-Romagna Coraggiosa e +Europa. A denunciare gli imbrattamenti, avvenuti a Lido Adriano, sono gli stessi esponenti delle liste civiche: "Ci è stato segnalato che alcuni manifesti elettorali di Emilia-Romagna Coraggiosa e di altri partiti del centrosinistra sono stati vandalizzati e imbrattati - spiegano dalla lista - Questo è un gesto provocatorio che non ci stupisce, considerato il clima intimidatorio e privo di contenuti che in alcune zone della Regione ha assunto questa campagna elettorale. Vogliamo esprimere solidarietà alle altre forze politiche colpite, rassicurando tutti i cittadini che andremo avanti, come e più di prima, per fare conoscere le nostre proposte per il futuro e i nostri candidati a sostegno della rielezione di Stefano Bonaccini".

"Queste azioni testimoniano il clima pesante di questa campagna elettorale e la "svolta moderata" del partito di Salvini - aggiunge Nevio Salimbeni, coordinatore di +Europa-Psi-Pri - Se questo è il cambiamento che vogliono per l'Emilia Romagna, possiamo certo farne a meno. In questi giorni si assiste a un progressivo aumento dell'aggressività leghista: sui social, sui manifesti e sui volantini di +Europa in particolare. È la dimostrazione che i nostri temi spaventano sovranisti ed estremisti locali. Non ci spaventano ne ci frenano, vogliamo che questa regione resti un luogo di tolleranza e libera discussione. +Europa ovviamente continuerà in questi giorni la sua campagna elettorale sui contenuti e i temi, a sostegno di Stefano Bonaccini, per l'Emilia-Romagna e ribadisce ancora una volta che l'Emilia-Romagna non si lega!".

Liverani (Lega): "No ai vandali e ai teppisti"

"Questo è un clima che non appartiene alla Lega - replica il candidato alle elezioni regionali per la Lega Andrea Liverani - I teppisti e i vandali non hanno colore politico, rimangono delinquenti. Esprimo solidarietà nei confronti degli altri partiti e dei loro candidati. Sono stato anch'io vittima, nelle scorse settimane di campagna elettorale, di teppisti (e anche di ladri), ma questi non appartengono ai partiti e rimangono delinquenti e teppisti. Ci battiamo per la sicurezza in ogni ambito e questi gesti sono lontani anni luce dai pensieri della Lega e dei suoi sostenitori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita lanciandosi sotto un treno: circolazione dei treni in tilt per ore

  • Una morte fredda e solitaria: si è spento Mark, il senzatetto di Pinarella

  • Ravenna in lutto: si è spento all'improvviso l'ex sindaco Fabrizio Matteucci

  • 'Accoglieteli a casa vostra', Fiorenza apre le porte a un rifugiato: "Grazie a lui ho ritrovato una famiglia"

  • Scontro in mare tra un peschereccio e un gommone: cinque feriti, due sono gravissimi

  • A soli 23 anni fa volare centinaia di persone nel mondo: "Ma quando decollo dal cielo cerco sempre Cervia"

Torna su
RavennaToday è in caricamento