L'Hub Portuale si prepara a salpare: il consiglio comunale approva il progetto

Soddisfazione anche da parte del segretario comunale Marco Frati: “A mio avviso il progetto definitivo presentato dall’Autorità di Sistema Portuale lo scorso settembre è migliorativo rispetto al precedente"

Il Consiglio comunale ha approvato con 24 voti favorevoli e quattro contrari la delibera relativa all’espressione di parere sul progetto definitivo “Hub Portuale – Approfondimento canali Candiano e Baiona, adeguamento banchine operative esistenti, nuovo Terminal in penisola Trattaroli”. In sostanza si riconosce il buon lavoro fatto da Ap a cui si chiede di farsi carico di eventuali costi in aumento in relazione alle aree logistiche. "Non siamo l'Ente che lo approva, presentiamo delle osservazioni", evidenzia il sindaco Michele De Pascale, risponendo ai dubbi dell'opposizione, in particolare sulla mancanza di coraggio nel progetto, sulle aree logistiche e sulla destinazione dei materiali di scavo. Intanto arrivano dei "segnali" positivi, come la conferma dei 60 milioni di euro di finanziamento del Cipe e i 37 dalla Commissione europea.   C'e' "un cambiamento significativo" rispetto al Progettone di Galliano Di Marco, che "non e' arrivato a essere approvato dal Cipe". Li' si scendeva a 14,50 metri subito, qui a 12,50 come "tappa intermedia", ha illustrato il sindaco, per poi arrivare "il prima possibile a una profondita' superiore". Le destinazione dei materiali di scalo sono le aree logistica 1, e 2, meta' dell'area S3, il mare e le cave. Tutto dipende dalle opere di caratterizzazione in corso, sulle vecchie casse di colmata per andare a recupero e svuotamento, e sui nuovi scavi. Infine sul fronte espropri, per i quali sono stati accantonati oltre 22 milioni di euro, si tentera' in primo luogo con una transizione bonaria. Durante la discussione in aula vengono respinti quattro emendamenti di Alvaro Ancisi di Lista per Ravenna che non partecipa alla votazione finale.

Per il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, Fabio Sbaraglia, "si tratta di un atto importante,  votato convintamente confermando il nostro impegno a sostegno del comparto portuale che costituisce una priorità indiscussa di questa amministrazione e del nostro partito. Come noto, dopo l’approvazione nell’ottobre 2012 del progetto preliminare di approfondimento dei fondali l’iter autorizzativo del progetto definitivo presentato dall’allora Autorità Portuale nel 2014 non si era perfezionato. Sappiamo che stiamo scontando un forte ritardo dovuto non solo alla complessità dell’opera e alle difficoltà interpretative rispetto ad una legislazione di riferimento estremamente complessa e stratificata nel tempo ma anche e soprattutto ad un clima tra operatori, istituzioni e portatori di interessi in generale molto conflittuale. Sin dal nostro insediamento abbiamo compiuto uno sforzo quotidiano e determinato per arrivare al necessario aggiornamento delle linee di progetto definitivo rispetto al contesto portuale attuale e delle sue strategie di sviluppo, che ci ha visto impegnanti in prima linea acconto al sindaco Michele de Pascale e al presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Daniele Rossi".

"Per questo siamo estremamente soddisfatti per l’espressione di parere positivo al progetto definitivo Hub portuale deliberato ieri e che costituisce, insieme ai pareri del Consiglio provinciale e della Regione, un tassello fondamentale per addivenire ad una positiva pronuncia del Consiglio Superiore dei lavori Pubblici che dovrebbe riunirsi il prossimo 15 dicembre - prosegue -. Abbiamo dato con responsabilità il nostro contributo al progetto sapendo che l’Autorità di Sistema Portuale, nonostante i tempi strettissimi, sta svolgendo in maniera rigorosa tutto l’iter autorizzativo e auspichiamo che si possa arrivare ad approvazione definitiva entro la fine di questa legislatura, non potendo avere certezza a camere sciolte della regolarità dei lavori del Cipe. Non possiamo più permetterci ritardi. Nonostante la difficile tempistica di lavoro non sono stati fatti sconti rispetto ad un attento e puntuale esame degli elaborati di progetto dai quali si evince che stiamo parlando di un’opera pubblica nazionale qualificata come strategica. Siamo molto contenti che i numeri dei voti favorevoli siano più larghi di quelli della sola maggioranza".

Soddisfazione anche da parte del segretario comunale Marco Frati: “A mio avviso il progetto definitivo presentato dall’Autorità di Sistema Portuale lo scorso settembre è migliorativo rispetto al precedente. Si tratta di un progetto in riduzione, che implica un impatto minore sul nostro territorio svincolando alcuni siti inizialmente previsti come funzionali al conferimento dei materiali da escavo dalle previsioni di progetto e pertanto dal vincolo dell’esproprio. Leggo poi positivamente la stretta connessione tra operazione di dragaggio e sviluppo delle piattaforme logistiche che noi abbiamo sempre sostenuto in quanto le aree logistiche costituiscono un forte valore competitivo del nostro scalo rispetto agli altri porti nei quali è difficile trovare aree per la logistica o per effettuare la prima lavorazione delle merci. La delibera assunta ci dà inoltre garanzie rispetto all’impatto sul territorio comunale in quanto prevede chiaramente che lo sviluppo delle piattaforme logistiche dovrà tenere conto ed integrarsi con il contesto portuale esistente sia a livello paesaggistico che infrastrutturale e che la realizzazione delle piattaforme dovrà comportare i necessari adeguamenti della viabilità, anche tenendo conto delle infrastrutture di progetto quali il bypass, l’accessibilità diretta alla SS67, il potenziamento del sistema ferroviario, la realizzazione dei sottoservizi, del sistema depurativo e fognario definendo – e anche questo è molto importante – gli aspetti patrimoniali e gestionali".

Potrebbe interessarti

  • Ristoranti messicani: i nostri consigli per un cena piccante e gustosa in Romagna

  • Uno sciame d'api in casa? Come allontanarle pacificamente

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

  • Trapianto di cornea a Ravenna: numeri in crescita, interventi e farmaci innovativi

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • Il ricordo straziante del nonno per l'ultimo saluto al piccolo Edoardo: "L'unico amore della mia vita"

  • Bimbo morto annegato a Mirabeach, le indagini continuano. La direzione del parco: "Collaborazione con gli inquirenti"

  • Bimbo annegato, s'indaga per omicidio colposo. La tragica scena ripresa dalle telecamere

  • Fulmini e raffiche di vento da sabato pomeriggio: scatta l'allerta "gialla" per temporali

Torna su
RavennaToday è in caricamento