"La Darsena non può più attendere la vigilanza di quartiere"

"La Darsena non può attendere la vigilanza di quartiere". E' quanto sostiene il consigliere territoriale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, chiedendo al sindaco Fabrizio Matteucci "che venga dato pieno compimento al ruolo della Polizia Municipale"

"La Darsena non può più attendere la vigilanza di quartiere". E' quanto sostiene il consigliere territoriale di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, chiedendo al sindaco Fabrizio Matteucci "che venga dato pieno compimento al ruolo della Polizia Municipale, nello specifico all'U. O. Vigilanza di Quartiere, in base a quanto segue, tratto dal Sito Ufficiale del Comune di Ravenna, come appoggio a Polizia di Stato e Carabinieri e come deterrente per eventuali crimini".

Bazzocchi sottolinea "il perdurare di mancanza di sicurezza diffusa fra la popolazione residente e i commercianti di alcune zone, come quella di Via Tommaso Gulli, Piazza Medaglie d'Oro, Via Nicolodi-Eraclea" e la presenza "di individui senza occupazione, intenti a traffici poco chiari, oggetto in più di un'occasione dell'intervento a fini repressivi e di arresto da parte delle Forze dell'Ordine" nei pressi di "alcuni esercizi commerciali siti in Via Gulli e Via Nicolodi, nonché presso il Parco pubblico “Mani Fiorite” di Via Nicolodi-Via Eraclea e altre zone su Via Caorle, Via Capodistria-Fiume, Via Lanciani-Gulli".

Bazzocchi spiega il compito della Vigilanza di Quartiere: "ha competenze su tutto il territorio del Comune di Ravenna ed è suddivisa in quattro uffici: ufficio Città, ufficio Forese, ufficio Mare, ufficio Emergenze e Sicurezza Stradale. I primi tre uffici operano in via principale sul territorio assegnato: centro storico e città, litorale da Casalborsetti a Lido di Dante, forese nord-sud e lidi di Classe e Savio. Il quarto ufficio effettua controlli dei mezzi pesanti, utilizza strumentazione tecnica per la rilevazione della velocità e ha competenze trasversali di supporto agli altri tre uffici. Il personale della Vigilanza di Quartiere presta servizio su tutto il territorio comunale 7 giorni su 7 garantendo una copertura oraria dalle ore 7,30 alle ore 01,30, operando su 3 turni di servizio".

"L'obiettivo - continua l'esponente di Lista per Ravenna - è far diventare l'agente di Polizia Municipale un punto di riferimento per i cittadini che possono così fare affidamento sulla presenza di personale radicato sul territorio, che, meglio di chiunque altro, conosce i luoghi, le esigenze specifiche del cittadino, le attività economiche presenti nelle diverse realtà territoriali, i flussi veicolari e pedonali". Tra i compiti i "controlli di sicurezza stradale, controllo del territorio, T.S.O., attività di pronto intervento, assistenza viabilità per manifestazioni e gare sportive. In questo modo, con la presenza costante degli agenti, sarebbero disincentivare certe attività ormai palesi, illecite, di disturbo della tranquillità dei cittadini del quartiere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento