Luca Coffari cede il passo: il sindaco di Cervia non si ricandiderà. "Ma mi proporrò per il consiglio comunale"

Ora è ufficiale: il primo cittadino di Cervia ha formalizzato alla direzione del Pd la decisione di non ripresentarsi come candidato alla carica di sindaco della città del sale nelle prossime elezioni amministrative del 2019

"Non correrò a sindaco alle prossime amministrative per motivi personali, dopo 9 anni di impegno da assessore e sindaco. Amo Cervia e mi piacerebbe nel futuro continuare a dare il mio contributo candidandomi in consiglio comunale. In questi mesi continueremo a lavorare al massimo". Ora è ufficiale: il primo cittadino di Cervia Luca Coffari ha formalizzato alla direzione del Pd la decisione di non ripresentarsi come candidato alla carica di sindaco della città del sale nelle prossime elezioni amministrative del 2019.

"Le motivazioni sono squisitamente personali e sopraggiunte di recente, non vi sono questioni politiche - tranquillizza Coffari - Il prossimo anno, infatti, saranno 9 anni dall'inizio del mio impegno a servizio della città, prima come assessore con il mio predecessore Roberto Zoffoli, a cui sarò sempre grato e riconoscente, e poi come primo cittadino. Ho iniziato questa meravigliosa avventura all'età di 22 anni, lavorando e studiando, e la terminerò come sindaco a 31. Per me è stato un vero onore potermi occupare della mia città e riuscire a realizzare insieme alla mia Giunta e collaboratori tanti obiettivi che ci eravamo fissati nel programma di mandato. Un lavoro meraviglioso, complesso ed emozionante. L'ho fatto e lo farò fino alla fine con il massimo impegno a favore della mia città e dei cervesi, cercando sempre di fare le scelte giuste per il bene di tutti e seguendo il nostro progetto e visione della città. Da giovanissimo assessore mi sono occupato del rilancio del centro storico, delle questioni spinose della movida e della nascita dei percorsi partecipati per la rigenerazione di luoghi pubblici, dando il via a un nuovo modo d'intendere il rapporto tra amministrazione e cittadini. Da sindaco, insieme alla mia giunta sono stati davvero tantissimi gli obiettivi raggiunti, ma soprattutto l’energia positiva che si respira in città. Una città dinamica, innovativa, spesso esempio anche nazionale".

"Abbiamo realizzato una importante riorganizzazione della macchina comunale e del bilancio, che ci ha consentito di portare a termine opere attese da decenni: dalla sottopasso e svincolo a Pinarella alla Rotonda delle Saline - prosegue Coffari - Abbiamo realizzato riqualificazioni importanti come il Borgomarina, il nuovo lungomare e centro di Milano Marittima, sistemato i centro commerciali e ricostruito, dopo una pesante emergenza nel 2015, la pineta di Pinarella e Tagliata; abbiamo ridato alla città il suo porto turistico e stiamo realizzando numerosi interventi ciclabili nei vari quartieri di costa e forese. Siamo tornati, anche se c’è ancora molto da fare, a curare meglio la manutenzione di strade e marciapiedi. Abbiamo anche aperto qualche giorno fa una nuova scuola a Castiglione, attesa da anni, superando pesanti criticità tecniche. Completeremo a breve le piste ciclabili e gli interventi di messa in sicurezza a Cannuzzo, Pisignano, Montaletto e Savio. Abbiamo mantenuto la coesione sociale e la sicurezza, non solo sulla spiaggia diventando un modello nazionale ma anche in città. Abbiamo manutenuto e innovato un ottimo sistema di welfare che da anni contraddistingue la nostra amministrazione. Abbiamo sostenuto maggiormente le associazioni sportive dove tanti giovani si ritrovano. Abbiamo vinto quasi 7 milioni di euro di finanziamenti regionali ed europei e grazie alla sinergia pubblico-privato abbiamo realizzato opere pubbliche a carico dei privati per 11 milioni, ai quali si aggiungeranno i due project financig sulla pubblica illuminazione che vedrà nel 2019 la completa sostituzione di tutte le lampade con led e sul porto, dove ci sarà tra gli altri investiementi un dragaggio di tutta l'asta fino alla darsena del magazzino. Apriremo a fine 2019/primi mesi del 2020 il Magazzino Darsena, che darà un ulteriore impulso alla città, una vera e propria piazza coperta aperta tutto l’anno. Un progetto di livello europeo, come anche molti grandi eventi che hanno portato il nome di Cervia nel mondo: da Ironman alla mille miglia, abbiamo messo in campo anche un piano strategico del turismo che sta dando frutti positivi e strutturali, anche grazie a una nuova politica di incentivi alle riqualificazioni delle strutture, ponendo le basi per un migliore rapporto tra pubblico e privato. Abbiamo fatto insieme davvero tante cose e tante cose restano da fare. Un lavoro di squadra intenso e proficuo che ha permesso di ridare grande slancio alla nostra amata città. Ringrazio anche i tanti Cervesi che in questi mesi mi hanno mi manifestato la loro vicinanza e sostegno alla ricandidatura, mi ha davvero lusingato ed onorato. Continuerò e continueremo come giunta a lavorare al massimo in questi mesi per portare a termine i numerosi progetti in cantiere e per porre le basi per continuare a migliorare la nostra meravigliosa città. Amo profondamente la nostra città e mi piacerebbe comunque continuare a dare il mio contributo anche nella prossima legislatura candidandomi in consiglio comunale per sostenere e aiutare, in un ruolo diverso, il nuovo sindaco e la squadra di governo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento