Lugo, il Pd replica alla Lega: "Meno propaganda e più atti concreti"

Il segretario del Pd di Lugo Gianmarco Rossato risponde alle accuse del candidato sindaco per la Lega Davide Solaroli

"Il tema di una comunità sicura è per noi di grande importanza. A differenza di chi strumentalizza e si occupa solo di come spartire i posti in giunta, noi vogliamo agire su tre assi: proseguire nella collaborazione con le forze dell'ordine, agevolando il più possibile sinergie e protocolli, costruire comunità resilienti e inospitali per chi vuole delinquere, chiedere al governo nuove assunzioni e maggiori risorse e mezzi per le forze dell'ordine, proseguendo dalla nostra parte il potenziamento della Pm". Così il segretario del Pd di Lugo Gianmarco Rossato risponde alle accuse del candidato sindaco per la Lega Davide Solaroli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sicurezza è un questione seria, non semplicemente una bandierina da giocare come emerge dalle proposte del candidato della destra, che si dimostra in continuità con quella cultura politica - aggiunge Rossato - si agitano le paure ma non si fa nulla per risolverne le cause, se non promettere facili soluzioni propagandistiche ignorando quali siano le competenze dei comuni e dello stato in materia di sicurezza. Il candidato Solaroli dovrebbe chiedere spiegazioni al segretario del suo stesso partito, Salvini, che in qualità di ministro dell’Interno, con l'approvazione del decreto che porta il suo nome ha bloccato per tutti i comuni, a esclusione delle città metropolitane, la possibilità di aumentare gli organici delle Polizie municipali, frenando la politica di investimento fatta da questo territorio per aumentare la presenza di forze dell'ordine sul territorio. In questi anni l'Unione dei comuni della Bassa Romagna ha investito ingenti risorse per la sicurezza dei cittadini e delle imprese: dagli investimenti nella videosorveglianza agli incontri di informazione, dalla qualificazione del presidio del territorio (nuove strumentazioni in dotazione alla Pm) al più ampio progetto dei varchi per il controllo degli accessi. La strada da seguire verso una comunità più sicura è questa: più investimenti e atti concreti, meno propaganda e proclami. Il Pd discuterà di sicurezza e comunità assieme a Marco Minniti in una iniziativa che si terrà il 23 marzo; invitiamo anche Solaroli, in un dibattito serio che parli di soluzioni, invece di continui tentativi di distrarre l'elettorato agitando paure e propaganda senza elaborare proposte concrete".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

Torna su
RavennaToday è in caricamento