"Non io, tutti", cittadini a cena con Ranalli: "La città non si vuole fermare"

Un'occasione per parlare, seduti insieme attorno alla tavola, del futuro della città e confrontarsi su tanti temi all’ordine del giorno

Oltre 140 persone hanno trascorso la serata di giovedì al Centro Sociale Il Tondo di Lugo, in occasione della cena con Davide Ranalli, intervenuto nella veste di candidato alle prossime elezioni amministrative nell’ambito della campagna di ascolto "Non io, tutti". Un'occasione per parlare, seduti insieme attorno alla tavola, del futuro della città e confrontarsi su tanti temi all’ordine del giorno.

"ll 20 ottobre scorso abbiamo scelto di partire con l’ascolto, e da quel giorno a oggi – ha spiegato lo stesso Ranalli nel corso del suo intervento – abbiamo raccolto tante suggestioni. C’è una cosa che emerge in tutto questo, che va oltre le idee: ovvero che dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto e che stiamo facendo per migliorare il volto della nostra città e la qualità della vita delle persone che scelgono Lugo; per viverci, per lavorarci, o anche solo per passare il proprio tempo libero. Le forze avversarie fanno leva sulle paure, come se volessero chiudere la città in un oscurantismo che odora di medioevo. Noi lasciamo volentieri il medioevo agli avversari: preferiamo concentrarci sul futuro. Noi lottiamo per una Lugo moderna, dinamica, inclusiva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ranalli guarda poi al futuro: "Il nostro progetto cresce: tantissimi lughesi si stanno unendo in liste disponibili a costruire collettivamente un programma di governo per i prossimi cinque anni. È il segnale che la città non si vuole fermare e non vuole arretrare. E noi vogliamo essere i protagonisti di questo cammino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Si cappotta in un campo col camion: portato a Bologna in elicottero, è gravissimo

  • Il cuore grande dei romagnoli: vacanze in campeggio gratis per medici e infermieri

  • Scompare da casa, vasta ricerca delle forze dell'ordine su tutto il territorio

  • Il Coronavirus si porta via un medico: "Una splendida persona sempre disponibile"

Torna su
RavennaToday è in caricamento