Oil&Gas, Ravaglia (Pri): "Molti padri per la crisi di un settore di cui Ravenna è una delle capitali"

"Il comportamento schizofrenico dell’attuale Governo è rappresentato poi dalla conferma dell’IMU sulle piattaforme off shore di cui il principale beneficiario sarà il bilancio statale e non gli enti che le ospitano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

La chiusura della sede ravennate della Schlumberger fa notizia perché rischia di scomparire per sempre un presidio della più grande azienda petroliera mondiale presente da molti anni alle Bassette, ma il declino del settore Oil & Gas e la relativa diminuzione degli occupati riguarda molte aziende e molti lavoratori del nostro territorio. Una crisi quello di questo settore di cui Ravenna è una delle capitali mondiali che ha molti padri: dal Governo giallo-verde che ha messo all’indice “le trivelle”, a quello attuale in cui un PD troppo timido non riesce a fare sentire la propria voce in materia; il “gretismo” imperante fa di tutti i combustibili e materie prime fossili, un unico calderone senza distinguere quelle, come il gas naturale di cui il nostro mare e il nostro territorio sono ricchi che possono essere una transizione a basso profilo ambientale, verso la green economy. In questo modo si segna in maniera irreversibile l’economia legata a questa preziosa materia prima, senza sfruttare il know how che
ne potrebbe derivare verso la riconversione.

Il comportamento schizofrenico dell’attuale Governo è rappresentato poi dalla conferma dell’IMU sulle piattaforme off shore di cui il principale beneficiario sarà il bilancio statale e non gli enti che le ospitano nel loro territorio. Solo i Repubblicani in questi anni hanno difeso il comparto senza se e senza ma e nella campagna elettorale regionale in corso, sarà un tema costantemente di attualità nella nostra agenda perché se come dice il Presidente Bonaccini che convintamente sosteniamo, “solo il lavoro dà dignità ai cittadini”, il primo impegno deve essere la salvaguardia di chi è già occupato e la difesa delle competenze per creare nuovi posti di lavoro.

Stefano Ravaglia
Candidato lista +Europa-PSI-PRI

Torna su
RavennaToday è in caricamento