Piano forestale: tra gli obiettivi nuovi boschi in pianura ed aree urbane

Oggi, in Emilia-Romagna, le aree forestali occupano 611.000 ettari, di cui 543.000 sono boschi; solo il 3% è in pianura

“Sostenibilità ambientale e sicurezza idraulica, tutela della biodiversità e difesa dai cambiamenti climatici, gestione dei prodotti e servizi forestali in aree montane per il sostegno delle economie locali sono i pesi e contrappesi su cui abbiamo costruito il Piano forestale regionale 2014-2020, approvato martedì dall’assemblea legislativa con il voto favorevole di Pd, Ln, M5s e Sel e nessun voto contrario” riporta la consigliera regionale Pd Manuela Rontini, presidente della Commissione Territorio e Ambiente.

Oggi, in Emilia-Romagna, le aree forestali occupano 611.000 ettari, di cui 543.000 sono boschi; solo il 3% è in pianura. Il 60 % degli insediamenti boschivi ha vocazioni produttive, il 20% è di proprietà pubblica (32.000 ettari sono di proprietà della Regione), il 30% è all’interno di aziende agricole. Proprio per estendere le superfici boschive, realizzare interventi di forestazione e promuovere l’arboricoltura da legno, la Regione ha recentemente messo a disposizione oltre 10 milioni di euro del Programma di sviluppo rurale, attraverso tre bandi, rivolti ai proprietari di terreni pubblici o privati e ai loro consorzi.

“Fra gli obiettivi che ci eravamo posti - spiega Rontini - c’è la realizzazione di nuovi boschi in pianura e nelle aree urbane pubbliche e private, da realizzare anche tramite interventi di piantumazione che diano priorità alle specie più idonee alla cattura degli inquinanti, migliorando così la qualità dell’aria. Il provvedimento punta anche alla promozione della gestione forestale dei boschi finalizzata alla produzione di prodotti legnosi e non legnosi, il sostegno a più efficaci forme di associazionismo fra proprietari forestali e infine la semplificazione e riduzione dei tempi dei procedimenti amministrativi”.

“Con questo provvedimento – conclude Rontini – abbiamo raccolto un lavoro di due anni che fa sintesi rispetto le aspettative concrete di pubblico e privato che, insieme, collaborano per realizzare obiettivi comuni sia sul piano economico, sia ambientale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento