Presidio della Rete antifascista in Prefettura contro il "decreto Salvini"

La rete antifascista di Ravenna ha indetto, per mercoledì 28 novembre, un presidio davanti alla Prefettura in piazza del Popolo per protestare contro il decreto sicurezza

La rete antifascista di Ravenna ha indetto, per mercoledì 28 novembre alle 17.30, un presidio davanti alla Prefettura in piazza del Popolo per protestare contro il decreto sicurezza, ma anche contro fascisti e repressione, prendendo come spunto da alcuni fatti successi di recente, tra cui le minacce pervenute in una lettera ad Andrea Maestri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A Ravenna (come altrove) vediamo che la realtà è completamente rovesciata: da parte delle istituzioni l'apologia di fascismo non è un reato perseguibile, e il fascismo pare essere un'opinione e non un crimine - commentano dalla rete - I fascisti vengono autorizzati a manifestare, a fare le loro ronde, a portare in strada i loro lugubri simboli, ma la repressione colpisce gli antifascisti. Il decreto liberticida Salvini punta proprio a un salto repressivo fascista contro gli immigrati e le lotte politiche e sociali: dobbiamo puntare a farlo cadere assieme al governo. Ora basta: se è un moderno fascismo che avanza, è tempo di una nuova resistenza antifascista".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Si lancia da un'auto in corsa sull'Adriatica: gravissima una donna

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

Torna su
RavennaToday è in caricamento