Ravenna in Comune sostiene lo sciopero davanti alla Marcegaglia

Nella mattina di sabato il consigliere Massimo Manzoli si è recato al picchetto davanti allo stabilimento di Marcegaglia

Nella mattina di sabato il consigliere di Ravenna in Comune Massimo Manzoli si è recato al picchetto davanti allo stabilimento di Marcegaglia, dove i lavoratori della Logistica Ferrari hanno dato il via a uno sciopero dopo che la società che opera nello stabilimento di via Baiona non ha rinnovato il contratto di subappalto. "La complessa questione emersa recentemente mette in luce quella che è la parte più cruda e spietata del sistema dei subappalti - spiega Manzoli - Un sistema che permette la realizzazione di appalti senza clausole sociali al solo vantaggio dell'azienda committente. I lavoratori, come in questo caso, si trovano ad affrontare un "cambio appalto" e nella condizione di dover barattare pezzi di diritti conquistati (contratto e inquadramento contrattuale) negli anni per poter rimanere a lavorare nel proprio luogo di lavoro. Ravenna in Comune, oltre a esprimere piena solidarietà ai lavoratori, si sta attivando in tutti gli ambiti possibili per arrivare a una soluzione che garantisca diritti e lavoro dignitoso a tutti i lavoratori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nell'unico incontro fatto tra lavoratori e CoFaRi (subentrata alla Logistica Ferrari) si è prospettata l’assunzione dei 55 lavoratori a rischio, ma a determinate condizioni: a tempo determinato, con un inquadramento contrattuale inferiore all’attuale e senza alcuna certezza per il futuro. Un accordo inaccettabile per i lavoratori - conclude il consigliere d'opposizione - che si sono resi disponibili ad altri incontri con tutti i soggetti in causa per arrivare a una soluzione. Incontri che non sono stati portati avanti, mentre si apprende che CoFaRi starebbe contattando singolarmente ogni lavoratore per sottoporre le proprie condizioni, evitando un tavolo di confronto collettivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Michelle Hunziker si rilassa in Romagna nelle acque dell'Adriatico: "Sembra tornato quello di 30 anni fa"

  • Il bagno con gli amici si trasforma in tragedia: perde la vita un 28enne

  • A Marina Romea con l'auto sulla spiaggia: scende, raggiunge gli scogli e cade

  • MotoGp, lutto per il team manager Ducati Davide Tardozzi: si è spenta la moglie Sandra

  • I suoi figli salvano una bimba dall'annegamento: "Mio padre morì in mare, sembra un segno del destino"

  • Schianto all'incrocio all'alba: automobilista in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento