Contributi per l'affitto, "agli stranieri va la maggior parte dei soldi"

"Nel distretto di Faenza i cittadini stranieri ottengono il 51% del totale a disposizione (219.426 euro ricevuti su 427.378 disponibili), nel lughese si arriva al 55%"

Jacopo berti

“Già da tempo ho sollevato la questione dell’erogazione dei contributi per l’affitto, che vede avvantaggiati gli stranieri rispetto ai residenti italiani, ma questa volta andremo fino in fondo, presentando un Ordine del Giorno in Provincia di Ravenna”. con queste parole esordisce il consigliere provinciale della Lega Nord Jacopo Berti.

Prosegue il ventenne di Castel Bolognese: “La situazione dei contributi è paradossale, c’è uno squilibrio di fondi dati agli stranieri rispetto a quelli dati agli italiani incredibile, perciò chiederò, a nome del gruppo Lega Nord, di modificare le graduatorie e i metodi per l’assegnazioni di tali contributi”.

Rincara la dose il consigliere del Carroccio: “Parlando di dati concreti, prendo come riferimenti i dati emersi dall’Osservatorio Immigrazione, documento redatto per conto della Provincia e quindi ufficiale, dal quale emergono cose raccapriccianti. Per esempio il fatto che il 12% della popolazione della Provincia, intendo quella straniera, riceva più contributi del restante 89% dei cittadini della provincia. E’ incredibile come questa cosa passi inosservata”.

Continua il coordinatore degli Enti Locali per la Lega: “Nel dettaglio sono stati assegnati un totale di 3.679 contributi per l’affitto, per un totale di 1.845.050 euro. Cifra consistente per il periodo in cui viviamo. Ancora più nel dettaglio vediamo che, e questo mi ha sbalordito, 973.874 euro, cioè la metà del totale, sono stati assegnati a stranieri. Se si pensa che gli stranieri sono il 12% della popolazione totale, ciò vuol dire che un decimo della popolazione prende la metà dei contributi totali erogati.”

“Nel distretto di Faenza i cittadini stranieri ottengono il 51% del totale a disposizione (219.426 euro ricevuti su 427.378 disponibili), nel lughese si arriva al 55% (201.440 euro su 367.401 disponibili) mentre a Ravenna la percentuale è “solo” del 46% (493.008 euro su 1.050.262 disponibili)", chiosa Berti, che conclude: "“Non dico che gli stranieri non debbano ricevere contributi, ma esigo che, per rispetto ai nostri cittadini locali, gli stranieri che sono il 12% della popolazione totale, ricevano il 12% dei contributi e non il 50%. Nei prossimi giorni presenterò un ordine del giorno in Provincia dove chiederò di modificare i metodi per l’erogazione di tali contributi e che soprattutto ci sia una divisione equa in proporzione alle percentuali dei contributi erogati. Il linea con il Movimento della Lega Nord che dice Prima il Nord, io chiedo allora che prima vengano messi i ravennati, i faentini e i lughesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento