Riqualificazione dei giardini Speyer, Tritto (FI): "Interventi tempestivi avrebbero fatto risparmiare"

Il coordinatore comunale di Forza Italia interveniene sul finanziamento della Regione per sistemare l'area verde

"Dopo l’annoso problema dell’abusivismo nei parcheggi cittadini, risolto solo dopo lunghi anni di denunce da parte dell’opposizione con importanti risorse provenienti dal denaro pubblico, si ripropone ora un simile metodo per occuparsi finalmente dei Giardini Speyer dopo anni di testa sotto la sabbia da parte dell’amministrazione". A criticare l'intervento di riqualificazione, colpevole di essere arrivato troppo in ritardo, è il coordinatore comunale di Forza Italia, Nicola Tritto. "E’ notizia di questi giorni - spiega - il finanziamento di 58 mila euro da parte della Regione, parte di un costo complessivo di 163 mila euro, per quello che viene definito un progetto con l’obiettivo primario di rendere fruibile un’area ormai off-limits e con grandi ed evidenti difficoltà di integrazione e di microcriminalità. Finalmente qualcuno a Palazzo Merlato si è reso conto dell’evidente disagio e con pericoloso – e costoso - ritardo corre ai ripari. Naturalmente Forza Italia è lieta che finalmente si smetta di fingere di non vedere, dato che da anni denunciamo un disagio crescente e che in tutte le sedi territoriali discutiamo e proponiamo non solo incontri ma anche soluzioni, chiediamo una presenza più attiva delle forze dell'ordine e delle istituzioni locali, controlli severi e soluzioni immediate. Troppo spesso inascoltati, alcune volte anche derisi e offesi, mentre era visibile il disagio dei cittadini e degli esercizi in zona, oggi incancrenito e di difficile soluzione. Il punto è che un intervento più rapido e incisivo a partire dagli anni scorsi e l’ammissione sulla consapevolezza del problema avrebbero fatto spendere meno denaro pubblico e garantito più sicurezza. Ancora una volta l’assenza di scelte politiche nette, il pressapochismo accompagnato dal buonismo
delirante, hanno fatto danni incomprensibili e con preoccupante puntualità chiedono il conto. Un conto salato che i cittadini ravennati vengono chiamati a pagare per l’ennesima volta. Nel contempo anche in questa vicenda nessuno a sinistra si assume la responsabilità per essere arrivati a questo punto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento