Spreco alimentare, Padovani (Lega): "Aumentare riciclaggio e incentivare le donazioni"

Padovani (Lega): "Ogni anno in Europa vengono sprecati 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari all'anno, ovvero circa 173 chili a persona"

"Ogni anno in Europa vengono sprecati 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari all'anno, ovvero circa 173 chili a persona. Sia chiaro: i prodotti alimentari vengono persi e sprecati lungo tutta la filiera alimentare, nelle aziende agricole, nella lavorazione e produzione, nei negozi, nei ristoranti e in casa. Sempre secondo stime, i settori che in media contribuiscono maggiormente allo spreco dei generi alimentari nell'Ue sono le famiglie (53%) e l’industria della trasformazione alimentare (19%). Sebbene la gestione dei rifiuti nei Paesi dell'Unione europea sia notevolmente migliorata negli ultimi decenni, quasi un terzo dei rifiuti urbani viene smaltito in discarica e meno della metà viene riciclato o compostato. Tant'è che migliorare la gestione dei rifiuti potrebbe fornire benefici per l’ambiente, il clima, la salute umana e l’economia - commenta Gabriele Padovani, candidato in quota Lega al Parlamento europeo nella circoscrizione del Nord-Est - Alla luce di questi dati, è necessario che le politiche comunitarie puntino ad aumentare sia riciclaggio che le donazioni. Sotto il primo profilo, icosiddetti rifiuti urbani (familiari e di piccole imprese) dovrebbe essere riciclati o preparati per il riutilizzo, ovvero, controllati, puliti o riparati. D'altro canto con le donazioni si aiuterebbero persone in difficoltà e allo stesso tempo si ridurrebbero gli sprechi lo spreco alimentare. Per questo sarebbe il caso che la Commissione europea a proponesse un cambiamento nelle vigenti direttive sull’IVA per autorizzare in maniera esplicita le donazioni di cibo. Anche la semplificazione delle etichette, eliminando l’ambiguità fra le diciture “da consumarsi entro” e “da consumarsi preferibilmente entro” aiuterebbe ulteriormente a prevenire gli sprechi” spiega il candidato all'Europarlamento. In altre parole, l'Unione europea, in quanto una delle comunità più ricche e prospere del mondo, ha un dovere morale e politico nel ridurre l’enorme quantità di cibo sprecato ogni anno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento