Tassa di soggiorno a Cervia, Coffari conferma piena fiducia ad Armuzzi

“Comprendo le perplessità, ma grazie a Cervia Domani imposta di soggiorno ridotta e migliorata - afferma Coffari -. Ora continuiamo a migliorare la città con opere e provvedimenti per favorire imprese e sviluppo”.

Il sindaco di Cervia, Luca Coffari, conferma la piena fiducia al vicesindaco Gabriele Armuzzi. "Apprezzo molto la scelta di Cervia Domani, che in modo responsabile e costruttivo pur con forti perplessità sull'imposta di soggiorno, ha lavorato e continuerà a farlo per migliorare la città restando una forza alleata e di governo - esordisce il primo cittadino -. Perplessità specifiche sull'imposta che comprendiamo e che hanno fatto parte dei nostri ragionamenti, anche alla luce del fatto  che non era prevista in programma, ma è una scelta sopravvenuta a causa dei pensanti tagli del governo di 4 milioni e costi dell'emergenza maltempo, per 2 milioni".

"Pur condividendo il programma di mandato e molti punti del provvedimento sblocca cervia, comprendo quindi la difficoltà di portare in Approvazione da parte dell'Assessore con delega al bilancio, questo specifico documento - continua il sindaco -. Ci tengo tuttavia a  rimarcare che grazie all'apporto della Lista Cervia Domani ed al positivo confronto con il vice sindaco, con il consigliere Bosi , oltre che con le forze economiche, l'imposta di soggiorno da una forbice di 3-5 milioni si attesterà intorno ai 2,5 milioni e stiamo lavorando per modularla nel miglior modo possibile, impostando esenzioni e gradualità. Inoltre nel primo triennio le opere pubbliche saranno finanziate per oltre la metà del fabbisogno , da altre  risorse proprie del Comune, diverse dalla tassa di soggiorno, a dimostrazione che è stata fatta un'attenta opera di bilancio e di recupero di risorse a disposizione e certe; senza aumentare la pressione fiscale sui cittadini cervesi".

"La cosa che a nostro avviso la città non può permettersi è non fare investimenti e restare ferma, mentre altri territori investono sia in opere che in marketing - osserva il primo cittadino -. Basti pensare a Riccione dove grazie all'imposta di soggiorno per eventi e promozione si investono più di 800.000 euro e sono già state realizzate opere importanti come il lungomare. Noi siamo quindi pienamente disponibili a ragionare sulle modalità, progetti e priorità d'intervento, ma bisogna però che la città si rimetta subito in moto e non possiamo aspettare o rimandare per altri anni, oppure avviare discussioni e fare progetti senza avere in partenza le risorse per poi attuarli in tempi brevi. Questo è un film già visto che dobbiamo evitare. Dobbiamo sistemare il territorio e nella costa molti lavori sono da fare, da Tagliata fino a Milano Marittima, apprezziamo e raccogliamo quindi gli ulteriori stimoli di Cervia Domani ed insieme inizieremo a lavorarci per dargli concreta attuazione. Resta da parte nostra e di tutta la giunta la piena e totale fiducia versoArmuzzi che resterà ovviamente vice sindaco e nei prossimi giorni verrà riassegnata all'interno della giunta la delega specifica al bilancio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

Torna su
RavennaToday è in caricamento