Una petizione per mantenere in vista la storica scuola di San Michele

Prima di procedere alla raccolta delle firme, in seguito ai contenuti e all’esito dell’assemblea pubblica, il capogruppo di Lista per Ravenna in consiglio comunale, Alvaro Ancisi parteciperà all'incontro

La Giunta comunale ha deciso di realizzare una nuova scuola materna a San Michele. Il progetto di fattibilità tecnico economica verrà sottoposto al parere del Consiglio territoriale di Piangipane al termine di un’assemblea pubblica convocata a San Michele per mercoledì prossimo alle 20.30 al circolo Endas alla presenza del sindaco Michele De Pascale e dell’assessore all’urbanistica, Federica Del Conte. Lista per Ravenna ha deciso di lanciare in proposito una petizione, che ha come primo firmatario Michele Parini, residente nella località, e come secondo Nicola Carnicella, vice-presidente del Consiglio territoriale di Piangipane. Prima di procedere alla raccolta delle firme, in seguito ai contenuti e all’esito dell’assemblea pubblica, il capogruppo di Lista per Ravenna in consiglio comunale, Alvaro Ancisi parteciperà all'incontro. 

"Nel progetto si dichiara di voler trasferire la scuola materna, costruendone un nuovo edificio, allo scopo di risanare e restaurare per intero tale storico palazzo, per l’altra metà abbandonato da anni - afferma Ancisi -. Fermo restando che è comunque assolutamente sconsigliato consumare verde pubblico, questa ipotesi non può nemmeno essere presa in considerazione, mancandone tuttora perfino l’idea progettuale. Il minimo che occorre - obbligatorio per legge in qualsiasi amministrazione che spenda o investa denaro o proprietà pubbliche - è invece un progetto di fattibilità tecnico economica dell’opera, peraltro imponente, il quale, oltre all’impianto strutturale della proposta edilizia, ne chiarisca bene i costi (sicuramente milionari per via dell’antichità e della dimensione dell’edificio, pari a 1.120 metri quadrati su due piani, nonché dei vincoli archeologici). Ma è soprattutto indispensabile sapere come l’intervento sarà finanziato, dato che non figura nel piano triennale degli investimenti dell’Amministrazione e neppure se n’è mai parlato in Consiglio comunale. Il Comune non ha peraltro alcun obbligo giuridico di mettere a norma antisismica l’edificio, essendo stato costruito prima che ne entrasse in vigore la legge in materia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento