Galassini (Pdl) e Berti (LN) nuovi arrivi in condìsiglio provinciale

Il seggio di consigliere provinciale, rimasto vacante per le dimissioni di Rudi Capucci (Lega Nord) è stato attribuito a Vincenzo Galassini (Popolo della Libertà).

Il seggio di consigliere provinciale, rimasto vacante per le dimissioni di Rudi Capucci (Lega Nord) è stato attribuito a Vincenzo Galassini (Popolo della Libertà). Jacopo Berti subentra ad Andrea Liverani, dimissionario, sui banchi del consiglio provinciale. Nato a Castel San Pietro Terme il 16 maggio 1992, Berti è il consigliere provinciale più giovane di questa legislatura ed è alla sua prima esperinza amministrativa.

Studente universitario alla facoltà di giurisprudenza di Ravenna, è diplomato perito aziendale corrispondente lingue estere all’Istituto Oriani di Faenza. Iscritto alla Lega Nord dal 2008, ricopre diverse cariche all’interno del partito: coordinatore provinciale enti locali e del movimento studentesco padano, e responsabile comunale a Castel Bolognese dove risiede.

Galassini, nato a Brisighella il 5 dicembre 1939, diplomato geometra, dal dicembre 2006,  è in pensione con 42 anni di servizio. Ha lavorato nei Comuni di Massa Lombarda e di Faenza come funzionario tecnico. Sposato, ha due figli: Claudio e Silvia. Consigliere comunale dal 1969 al 1990, e Sindaco di Brisighella, dal 1981 al 1985 e dal 1986 al 1990, con una giunta “pentapartito”, la prima e unica esperienza politica in Romagna, per il Partito Socialista Italiano. Unitamente al prof. Andrea Vitali ha fondato e organizzato, nel 1980, le note “Feste Medioevali”, che hanno raggiunto una presenza di 35.000 spettatori paganti, ha lasciato l’incarico nel 1995.

E’ stato: Presidente del Consorzio Acquedotto della Val Lamone di Brisighella, Faenza e Marradi (Fi); Presidente del Parco Naturale Carnè fra i Comuni di Brisighella, Faenza e Provincia di Ravenna; Vice Presidente della Comunità Montana Faentina; Vice Presidente del Comprensorio Faentino. Componente nel consiglio di amministrazione dell’ A.P.T. (Azienda Provinciale Turismo) di Ravenna.

Fin dal 1994 ha aderito a Forza Italia. Dal 1999 al 2009 consigliere comunale per “Brisighella Romagna” nel Comune di Brisighella (Forza Italia- Lega Nord) e con il gruppo “Aria Nuova”. Nelle elezioni del 13 maggio 2001 è eletto, per la prima volta, consigliere provinciale per Forza Italia in Provincia. Dal 1° dicembre 2003 è diventato presidente del gruppo. Ha ricoperto l’incarico di “coordinatore provinciale degli eletti” per Forza Italia nella provincia, dal congresso provinciale di Forza Italia del 2000, é membro di diritto del “coordinamento provinciale” dal congresso di Lugo, svolto il 13 marzo 2004, riconfermato in quello di Faenza nel 2005.

Nell’Unione Provincie Italiane regionale è stato componente del comitato di direzione, è stato presidente della Commissione “Istituzioni locali” dal 2004 al 2010 e componente commissione Regione Emilia-Romagna “Bilancio Affari Generali e Istituzionali” dal 2005 al 2010.

Nel maggio 2006, alle elezioni provinciali, è stato candidato a presidente della Provincia in rappresentanza di Forza Italia, Lega Nord e UDC e ha ottenuto il 21% dei voti ed è stato presidente del gruppo composto da cinque consiglieri provinciali fino alla scadenza nel 2011.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La macabra sfida del 'Samara Challenge' arriva in Romagna: "Gioco pericoloso"

  • Vanno dal meccanico dopo l'incidente e ne fanno un altro: curiosa "scia" di sinistri

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • La crema antirughe dell'azienda di Cotignola vince il premio 'Bio Awards'

  • Elisa, Alessandra Amoroso, Guccini e Tiromancino: ospiti di lusso per "Imaginaction"

  • Agricoltori in ginocchio: "Crisi senza precedenti, le aziende gettano la spugna"

Torna su
RavennaToday è in caricamento