Sanità privata, ecco la nuova tac intelligente: esami ancora più veloci 'a misura di paziente'

E' stata presentata al sindaco Michele De Pascale la nuova strumentazione

Assicurare al paziente i migliori risultati diagnostici, qualità e precisione dell'esame clinico, abbattendo, al contempo, la durata dell'esposizione radiologica e quindi la dose di radiazioni erogata durante la prestazione. Con la nuova tac intelligente e totalmente digitale inaugurata da Domus Nova, tutto questo ora è possibile anche nella sanità privata. Già operativa nella struttura sanitaria di via Pavirani 44, la nuova Tac Access CT a 32 strati, è stata presentata al sindaco Michele De Pascale che, in visita alla clinica, ha ringraziato la direzione di Domus Nova per questo nuovo investimento, “contributo importante a quel processo di ottimizzazione della qualità della sanità cittadina cui tendono, in sinergia continua, pubblico e privato”. 

Con la nuova macchina, Domus Nova rinnova e completa una dotazione radiologica che già poteva contare su di un mammografo digitale, una risonanza magnetica ad alto campo, un tomografo digitale diretto, permettendo di fatto al cittadino di usufruire di prestazioni sanitarie sicure e di elevata qualità senza dover più necessariamente spostarsi da Ravenna. “Dal 1961, anno della sua nascita, la crescita della base sociale di Domus Nova – che oggi può contare su 267 soci, tra i quali eredi dei soci fondatori, una importante banca ravennate, dipendenti e cooperative sociali del territorio – è andata in parallelo ad un'evoluzione continua della qualità dei servizi di prevenzione e cura – ha affermato il presidente di Domus Nova Stefano Grandi - ora, con questo passo verso il futuro della diagnostica, non solo andiamo ad implementare l'attività della radiologia, peraltro già di ottimo livello, ma aggiungiamo un tassello importante al mosaico dell'offerta sanitaria creando, di fatto, il primo polo ravennate privato della radiologia professionale digitalizzata”.

Sulle prestazioni della macchina appena installata si è soffermato Claudio Marri, medico responsabile della Radiologia di Domus Nova che può contare su di un team composto da 6 radiologi abilitati, un medico dedicato alla senologia, 6 tecnici sanitari di radiologia medica e personale infermieristico dedicato: “La nuova Tac, utilizzabile per tutte le prestazioni di radiologia addominale, toracica, osteoarticolare e di neuro-radiologia, garantisce un’elevata qualità diagnostica abbinata ad una maggior velocità di esecuzione, questo significa esami più precisi, completi e con dosaggi di radiazioni più bassi, quindi, in poche parole, la miglior prestazione sanitaria di diagnostica radiologica digitale possibile”. Il nuovo strumento clinico rientra in quel processo di aggiornamento continuo che Domus Nova persegue a tutti i livelli, sia sulla formazione degli specialisti in servizio sia in Domus Nova che in San Francesco, sia sulla dotazione tecnologica, sempre di ultima generazione e studiata per garantire la massima soddisfazione del paziente. “Questo perché - spiega Eugenio de Liberali, direttore Sanitario della clinica - noi esistiamo perché esistono bisogni di salute e il nostro compito è soddisfare quelle esigenze nel modo più appropriato. Il completamento della 'diagnostica radiologica' va proprio in tale direzione”. 
 

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

  • Colto da malore in auto col figlioletto: cittadini e Polizia locale evitano il disastro

Torna su
RavennaToday è in caricamento