La prevenzione cardiologica protagonista alla Sagra di Mandriole

Domenica oltre 150 persone, di età compresa tra i 40 e gli 80 anni, si sono sottoposte ai controlli del personale sanitario messo a disposizione dall’associazione

Alla sagra di Mandriole ha recitato un ruolo da protagonista la prevenzione cardiologica grazie all'attività dell'associazione "Cuore e Territorio". Domenica oltre 150 persone, di età compresa tra i 40 e gli 80 anni, si sono sottoposte ai controlli del personale sanitario messo a disposizione dall’associazione con l’obiettivo di valutare l’eventuale presenza di fibrillazione atriale asintomatica. I controlli sono stati possibili grazie all'utilizzo del MyDiagnostick (strumentazione messa a disposizione da Medstep), che genera un elettrocardiogramma ad una derivazione che analizza automaticamente la presenza di fibrillazione atriale.

Sono stati rilevati quattro partecipanti con sospetta aritmia che sono poi stati sottoposti ad esecuzione di elettrocardiogramma dal personale sanitario presente, che ha mostrato un normale ritmo sinusale (i risultati anomali dei dispositivi di screening vanno infatti sempre verificati con un elettrocardiogramma a 12 derivazioni). Sono stati dati consigli sullo stile di vita più indicato per ridurre i rischi e prevenire le patologie cardiocircolatorie, come l’eliminazione del fumo da sigaretta, una dieta povera di grassi, il controllo del colesterolo e della pressione arteriosa, senza creare negli interlocutori la naturale “repulsione” che argomenti così delicati solitamente suscitano.

E’ stato ricordato ai numerosi presenti che la fibrillazione atriale colpisce mediamente il 2% degli adulti e cresce con l’età: una persona su 4 oltre i 40 anni è a rischio e che le probabilità aumentano in presenza di età superiore a 65 anni, malattie di cuore, diabete, ipertensione, obesità, disfunzione tiroidea, broncopatia cronica, forti russatori con apnee notturne, abuso di bevande alcoliche e uso di sostanze stupefacenti. Il Comitato Cittadino di Mandriole, nella persona del presidente Massimo Errani, devolverà una parte del ricavato dello stand gastronomico per l’acquisto del cicloergometro reclinabile (lettoergometro) da donare alla cardiologia dell’ ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna.

Il Cicloergometro è un letto da visita regolabile in altezza ed inclinazione su vari piani, ideale per esami ecocardiografici, ma dotato di cicloergometro, cioè la classica cyclette per prove da sforzo, sul quale può essere impostato un carico di lavoro variabile sia in intensità che in durata. Permette di eseguire, oltre all’elettrocardiogramma, un ecocardiogramma contestualmente allo sforzo, sfruttando come stress per il cuore il mezzo più naturale che esiste: lo sforzo fisico. Questo tipo di eco stress è più semplice e sicuro di quello farmacologico (che consiste nella somministrazione di farmaci che aumentano la frequenza cardiaca mimando lo stress fisico). Questo test diagnostico è utile nella ricerca di ischemia cardiaca da sforzo in pazienti con sospetta o nota malattia coronarica, ma anche nella definizione della gravità di alcune valvulopatie e di alcune cardiomiopatie
 

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

  • Chiusi i 'campi-parcheggio' a Lido di Classe: ed è subito strage di multe

  • Colto da malore in auto col figlioletto: cittadini e Polizia locale evitano il disastro

Torna su
RavennaToday è in caricamento