Cervia, al via i laboratori di cucina dedicate alle scuole elementari

Sono 10 gli appuntamenti dedicati alle scuole elementaridella realtà cervese,e delle zone limitrofe del Primo, Secondo e Terzo Circolo Comprensivo, mirati a recuperare e a valorizzare le tradizioni gastronomiche cervesi e romagnole

È ripartito per l’anno scolastico 2018-2019 il programma dei  “Laboratori didattici di cucina romagnola” promossi all’Associazione Culturale Casa delle Aie di Cervia. La prima classe coinvolta è stata, martedì, la quinta della Scuola Alberto Manzi di Tagliata di Cervia. Sono 10 gli appuntamenti dedicati alle scuole primarie della realtà cervese,e delle zone limitrofe del Primo, Secondo e Terzo Circolo Comprensivo, mirati a recuperare e a valorizzare le tradizioni gastronomiche cervesi e romagnole. I laboratori si svolgono al martedì mattina, dalle ore 9 alle 12, nei settecenteschi locali della Casa delle Aie. I 10 laboratori vengono realizzati fino al 19 marzo.

La partecipazione all’iniziativa è a titolo gratuito e il Comune di Cervia collabora mettendo a disposizione il servizio di trasporto. Il laboratorio didattico è coordinato e gestito da Mario Stella e Miriam Montesi e si avvale della collaborazione attiva della gestione della Casa delle Aie, che fa capo ai fratelli Battistini. Un esperto di tradizioni gastronomiche locali, Alfio Troncossi, in una sala della Casa delle Aie, fornisce, con aneddoti e racconti, una prima informazione sulle tradizioni alimentari e gastronomiche del territorio. Collaborano all’iniziativa le sfogline Marina Rosetti e Marilena Bardi .

Gli studenti vengono accompagnati alla scoperta di quattro specialità tipiche romagnole: strozzapreti, cappelletti, tagliatelle e naturalmente della piadina romagnola. E’ l’occasione per conoscere come si fa la pasta sfoglia, come si usa il matterello, come si prepara l’impasto della piadina e dei primi piatti della tradizione romagnola. Gli studenti partecipanti vengono suddivisi in piccoli gruppi che le “sfogline” della Casa delle Aie seguono con grande disponibilità e professionalità. I ragazzi vivono l’esperienza straordinaria di manipolazione e preparazione di questi piatti e cibi tradizionali.

Il momento conclusivo dell’iniziativa è naturalmente quello più gustoso. I primi piatti e la piadina preparati nell’arco della mattinata vengono cucinati dal personale delle Aie nella cucina e serviti in una delle sale del ristorante. E’ un momento che gli studenti dimostrano di gradire particolarmente e che è la degna conclusione di un’esperienza diretta di scoperta dei cibi tradizionali locali. A breve partiranno anche i “Laboratori di cucina romagnola” rivolti all’Istituto Alberghiero (IPSEOA) Tonino Guerra, sia alle Aie che nei locali dell’Istituto. I “laboratori di cucina romagnola integrano i Laboratori del pane, per le classi seconde delle scuole primarie, avviati dal 17 ottobre .scorso. Si prospetta quindi un ampio programma di “Laboratori didattici” che coinvolgono le scuole della realtà cervese e delle zone limitrofe 

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

I più letti della settimana

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Si schianta con la moto e muore in autostrada: chi era la vittima

  • Un altro morto nel drammatico incidente di via Bastia: tragico bilancio

  • I passanti vedono del fumo uscire dal ristorante: dentro era scoppiato un incendio

Torna su
RavennaToday è in caricamento