Inaugura una nuova materna, il sindaco: "Investire nella scuola significa investire nel futuro"

Quest’anno Cervia si arricchisce di una nuova scuola: a Castiglione infatti aprirà una scuola materna che ospiterà tre nuove sezioni

ATTENZIONE: L'inaugurazione della scuola materna di Castiglione, prevista per venerdì 19 ottobre, è stata rinviata a martedì 23 ottobre.

Quest’anno Cervia si arricchisce di una nuova scuola: a Castiglione infatti aprirà una scuola materna che ospiterà tre nuove sezioni. "E’ un’opera importante per il nostro territorio perché risponde alla necessità logistica di nuovi spazi per l’attività didattica per la prima infanzia e alle esigenze crescenti della collettività per arricchire l’offerta formativa - spiega il sindaco di Cervia Luca Coffari - Ma questa nuova scuola rappresenta più in generale il futuro personale e collettivo: è il simbolo della cultura e dell’istruzione, valori prioritari per la crescita di una società e di un Paese democratico e moderno. Investire risorse nella scuola significa dare la possibilità a tutti di imparare a coltivare la propria intelligenza e la creatività, di creare legami ed amicizie preziose, di confrontarsi con gli altri. La scuola è il nostro avvenire, contribuisce in modo determinante a formare il domani della nostra civiltà, rappresenta uno strumento di equità e di sviluppo, uno spazio aperto a tutti e bisogna essere consapevoli che non si impara una volta per tutte, ma ciò che si apprende a scuola servirà nella vita e servirà ad imparare ancora. Certo la scuola non è perfetta, infatti tante sono le critiche che le vengono fatte e le mancanze che le sono attribuite, a volte anche a ragione, ma non dobbiamo mai scordare la bontà e la validità di questo istituto, che resta sempre una vera e propria ancora di salvezza per il futuro di tante esistenze ed è comunque il faro della società. Dobbiamo sempre e comunque rispettarla, perché è un bene comune. È la fabbrica del nostro futuro".

Il primo cittadino cita poi lo scrittore Daniel Pennac: "Nel suo “Diario di scuola” scrive: "Tutto il male che si dice della scuola fa dimenticare il numero di ragazzi che ha salvato dai pregiudizi, dall’ignoranza, dalla stupidità, dall’immobilità e dal fatalismo". La scuola aiuta a rimanere aperti al cambiamento, a ricordarci che siamo tutti proiettati a una dimensione più alta, che è quella di perseguire i nostri obiettivi nel rispetto delle persone e della dignità umana. Riappropriarsi del senso profondo dell’essere comunità e della propria umanità passa nei giorni che si trascorrono e che si vivono nelle aule scolastiche, ed è una ricchezza di cui sicuramente possiamo beneficiare a una sola condizione: quella di non vivere il tempo nella noia e nell’apatia, che è poi il modo per disegnarci il futuro. Un augurio di buon lavoro e di buon anno scolastico a voi studenti, insegnanti, dirigenti scolastici, personale della scuola e famiglie, che ogni giorno vi impegnate con dedizione e sacrificio. A tutti va il mio grazie più sincero e l’assicurazione che l’amministrazione sarà sempre presente e non vi farà mancare la propria attenzione e il proprio sostegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento