Bontà a tavola: due forni romagnoli selezionati tra i panettieri migliori d'Italia

Tra i 350 panettieri selezionati in tutta la Penisola eccellono due produttori romagnoli, premiati con il massimo dei voti per la qualità del loro pane

Il pane è uno degli alimenti più importanti sulla tavola degli italiani, lo dimostra il numero di attività sparse in tutto il Paese, alcune con una lunga tradizione alle spalle. E la qualità di questo prodotto genuino è stato premiato da Gambero Rosso che ha pubblicato la guida Pane&Panettieri 2019, nella quale indica i migliori artigiani del pane d'Italia. Tra i 350 panettieri selezionati in tutta la Penisola eccellono due produttori romagnoli.

Cottura del pane, aspetto, farine utilizzate e grado d'acidità sono stati alcuni dei criteri di valutazione utilizzati dagli esperti per decretare i migliori panettieri d'Italia, in una gara alla fragranza più squisita. Ecco quali sono i panifici top della Romagna:

  • Il forno Cappelletti & Bongiovanni di Dovadola (Via XXV Aprile, 22) conquista il premio Tre Pani (ovvero il massimo dei voti) e risulta vincitore anche del premio speciale Pane e Territorio.
  • 'O Fiore Mio Hub di Faenza (Via Ponte Romano, 1) vince a sua volta il premio Tre Pani (massimo dei voti) che ha celebrato 36 dei 350 panettieri selezionati da Gambero Rosso.

Potrebbe interessarti

  • Cosa attrae le zanzare? E' tutta colpa della chimica

  • Sopravvivere al caldo senza aria condizionata? Ecco come fare

  • Benefici ed effetti collaterali dello zenzero

  • Street food al ristorante? Ecco i locali da provare a Ravenna

I più letti della settimana

  • Sciagura in serata: moto si schianta contro un'ambulanza, muore un 28enne

  • Forte temporale a Cervia: strade e sottopassi allagati e alberi crollati

  • Si tuffa e viene colto da un malore: muore nella piscina dell'hotel

  • Muore a 28 anni, fidanzata in prognosi riservata: c'è un testimone del drammatico incidente

  • Vento, grandine e temporali all'orizzonte: nuova allerta meteo

  • Maxi sequestro da 300 milioni a imprenditore: nel ravennate aveva case, negozi e magazzini

Torna su
RavennaToday è in caricamento