← Tutte le segnalazioni

Altro

Concessioni demaniali: "L'azione della Pigna porta all'estensione di 15 anni"

Redazione

Dopo alcune dichiarazioni, la  discussione di un’interrogazione e la presentazione di una mozione in Consiglio Comunale, la Giunta de Pascale é stata costretta a procedere, nonostante la riluttanza manifestata, all’estensione delle concessioni demaniali per gli stabilimenti balneari, fino al 31 dicembre 2033. Non si tratta di una vittoria della lista civica La Pigna bensì del riconoscimento, grazie alle nostre iniziative, di un diritto previsto dalla dalla Legge di Bilancio 2019 (art.1 commi 682 e seguenti della Legge 30 dicembre 2018 n.145) agli stabilimenti balneari e alle attività con finalità turistico-ricreativa ravennati. Dopo il Comune di Riccione e il Comune di Cervia, anche il Comune di Ravenna sta dando, finalmente, concreta attuazione alle richieste di noi ravennati. Diversi imprenditori proprietari di stabilimenti balneari dei lidi ravennati ci hanno confermato che l’ufficio demanio del Comune sta dando corso all’invio delle comunicazioni relative al conteggio del canone di concessione demaniale per il rinnovo della stessa. Finalmente, come auspichiamo da tempo, il Comune di Ravenna sta dando piena attuazione alla legge dello stato e sopratutto le garanzie necessarie per gli imprenditori del settore balneare per poter effettuare investimenti a favore delle proprie aziende, dopo anni di stallo legati alla precarietà della situazione legislativa. Sono più di 200 gli stabilimenti balneari che da mesi sono in attesa del rinnovo della concessione da parte dell’amministrazione de Pascale. Eppure l’economia balneare é strategica per l’economia ravennate e che da lavoro a centinaia di ravennati. Ora gli imprenditori del settore balneare possono stare tranquilli: il pressing da noi esercitato in questi mesi sul Pd sta, finalmente, dando gli effetti sperati. 

Veronica Verlicchi, Lista civica La Pigna

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
RavennaToday è in caricamento