Un'ottima OraSì gioca bene e batte Udine, al Pala De Andrè è 81-73

Da sottolineare la prestazione di Sgorbati che ha il merito di bloccare Allan Ray alla peggior prestazione stagionale (4 punti), ma è tutto il collettivo di coach Antimo Martino a controllare la partita

E un’ottima prestazione di squadra quella che permette all’OraSì Ravenna di aprire nel migliore dei modi il girone di ritorno e battere la GSA Udine. Nonostante la grande prestazione di Okoye (24), gli ospiti restano in partita per il solo primo quarto, prima di subire l’energia messa sul parquet dai ragazzi giallorossi, che mandano in doppia cifra cinque giocatori (Sabatini e Masciadri 15, Smith 12, Sgorbati e Tambone 10) e toccano anche il +28 a metà terzo quarto. Da sottolineare la prestazione di Sgorbati che ha il merito di bloccare Allan Ray alla peggior prestazione stagionale (4 punti), ma è tutto il collettivo di coach Antimo Martino a controllare la partita con intensità e concentrazione anche a rimbalzo, nonostante nel finale Udine riesca a rientrare in partita.

LA PARTITA - L’OraSì parte bene e con 5 punti di Masciadri va subito avanti 7-2, ma gli ospiti rispondono con ottima fisicità e, grazie alla tripla di Traini in transizione impattano il match a quota 16. Pinton ancora da tre firma il sorpasso sul 18-19, ma Sabatini risponde allo scadere e fissa il punteggio sul 21-19 di fine primo quarto. Il secondo parziale si apre all’insegna dell’equilibrio, con Okoye che segna il 21-23 in favore di Udine. I ragazzi di Coach Antimo Martino cambiano però marcia e 6 punti di Chiumenti lanciano il parziale di 14-0 che spacca la partita, chiuso dalla seconda tripla di Sabatini che vale il 35-23. Ravenna allunga fino al +16 sul 45-29, prima che le squadre tornino negli spogliatoi sul 45-32.

Il secondo tempo si apre ancora nel segno dell’OraSì e di un ottimo Sgorbati che con 5 punti consecutivi apre il nuovo parziale giallorosso, che grazie alle triple di Tambone e Masciadri si allunga fino al 19-4, che vale il +28 (64-36) in favore dei padroni di casa. Ravenna esce però dal campo prematuramente e concede agli avversari di chiudere il quarto con uno 0-10 che riaccende le speranze ospiti. I gialllorossi sono usciti mentalmente dalla partita e in apertura di quarto periodo continuano a faticare a trovare il canestro. Udine accorcia fino al -11 (66-55) a 6’ dalla sirena finale, ma le triple di Masciadri e Tambone e qualche buona difesa permettono ai ragazzi di Coach Antimo Martino di mettere in ghiaccio la partita, anche se gli ospiti nell’ultimo minuto rientrano anche a -7 sul 78-71, prima che i liberi di Tambone e Crusca fissino il finale sull’81-73.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Volto tumefatto dopo il pestaggio per vecchi debiti: padre e figlio arrestati

    • Cronaca

      Tenta di entrare nella casa dell'ex: stalker nei guai anche per droga

    • Cronaca

      Semina il panico in via Faentina: ruba e minaccia i negozianti

    • Cronaca

      Ausl, guasto tecnico al Cmp: interrotte le attività dei prelievi e pagamento ticket

    I più letti della settimana

    • Superbike, una domenica da sogno: Melandri ritrova il podio

    • Superbike, si ricomincia da Rea. Furia Melandri: "buttato fuori" da Lowes

    • Duellò con Coppi e Bartali: addio Vito Ortelli. Era la più anziana maglia rosa ancora in vita

    • La Toro Rosso svela la nuova vettura: spicca il cambio di livrea

    • Volley, una sberla che fa male: Bunge ko e addio playoff

    • Superbike al via, Melandri 5° nelle prime prove: "Obiettivi? Penso a divertirmi"

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento