Arbitri in festa per la fine di stagione: tutti i premiati

Un appuntamento abituale per fare un bilancio dell’annata e per premiare i direttori di gara e gli associati che si sono maggiormente distinti

Come da tradizione si è svolta la cena di fine stagione sportiva dei fischietti lughesi, tenutasi nella cornice del ristorante “Bocon Divino”, ormai divenuta un appuntamento abituale per fare un bilancio dell’annata e per premiare i direttori di gara e gli associati che si sono maggiormente distinti.

Cena condotta con soddisfazione dal Presidente Cristian Zanzi per i buoni risultati ottenuti, con un occhio rivolto al futuro e ai giovani per continuare con impegno su questa strada. Alla serata hanno presenziato le autorità sportive il Componente Nazionale dell'A.I.A. Umberto Carbonari e Michele Conti, il Presidente del Comitato Regionale Sergio Zuccolini, il componente CAI Andrea Marzaloni ed i Presidenti delle sezioni arbitrali limitrofe, Barbara Panizza di Ravenna, Luca Marzari di Imola e Maurizio Marchesi di Faenza, il delegato F.I.G.C. di Ravenna Claudio Bissi, mentre tra gli amministratori locali si segnala la partecipazioni del Consigliere Comune con delega allo Sport e fiduciario C.O.N.I. della Bassa Romagna Ivan Rossi.

Dopo aver dato il benvenuto a tutti gli invitati si è dato il via alla proiezione dei filmati con immagini riguardanti i vari arbitri premiati che hanno dato vita alla serata della sezione lughese, ricca di sorprese per tutti gli associati. I riconoscimenti assegnati nel corso della serata: ai nuovi arbitri dell’ultimo corso è stato consegnato un orologio digitale da utilizzare nella direzione delle gare. Premio “Miglior Debuttante” al neo associato Allessando Cavalazzi. 12esimo Fischietto d’argento riservato a un associato affidabile e disponibile, Alessio Ricci. 15esimo Premio A. Angelini, alla carriera, ad Armando Penazzi. 30esimo Premio G. Alberoni, riservato a un giovane promettente, a Cristian Davide Conte. 42esimo Premio Sezione Aia Lugo di Romagna “A. Angelini” all'arbitro Fabrizio Burattoni CAN5 serie A e Manuel Volpi arbitro CAN di serie B della sezione di Arezzo. Un riconoscimento “speciale” all'arbitro Davide Arace che milita a livello nazionale in serie C con ottimi risultati.

Applauditi e seguiti con grande attenzione sono stati tutti gli interventi della serata, che ha raggiunto il suo momento clou nell'intervento del Componente Nazionale dell’A.I.A. Umberto Carbonari, che dopo aver fatto gli auguri alla sezione in festa ha avuto parole di elogio per il Presidente Cristian Zanzi per i 16 “promettenti” nuovi arbitri e ha invitato gli stessi a frequentare con assiduità la sezione per crescere grazie al supporto di quelli più esperti. Al momento la sezione di Lugo è composta da 71 arbitri con Fabrizio Burattoni e Davide Arace a livello nazionale che danno lustro alla “piccola” ma prestigiosa sezione, che ogni anno forma nuovi e promettenti arbitri attraverso il corso che si svolge a partire dal mese di settembre.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Agiamo ora o nuotiamo poi?": in piazza per salvare il pianeta con i 'Fridays for Future'

  • Cronaca

    Operazione 'Adriatic Coast' sulla filiera ittica: multe per 16mila euro e 143 kg di pesce sequestrato

  • Cronaca

    Gattino bloccato su un albero: maxi mobilitazione per salvarlo

  • Cronaca

    Si spaccia per 'commerciante', ma voleva truffare l'anziano: 60enne denunciato

I più letti della settimana

  • Tragico schianto alla rotonda dei Tre Ponti: l'impatto è fatale, muore una donna

  • Dramma sui binari: perde la vita travolto da un treno

  • Crolla una casa durante i lavori: tragedia evitata, intervengono i pompieri

  • A Ravenna il Giro d'Italia 2019: tutte le modifiche alla circolazione in occasione della partenza

  • Enterococchi intestinali ed escherichia coli oltre i limiti: balneazione vietata

  • Cade dalla bici e batte la testa sull'asfalto: 15enne in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento