Basket, l'Acmar torna in campo contro l'ultima in classifica

Dopo diciassette giorni senza alcuna partita, a causa dei rinvii delle gare con Fossombrone e Marostica a causa delle nevicate che hanno colpito l’Italia nelle ultime settimane, l’Acmar viaggia verso Bassano

Dopo diciassette giorni senza alcuna partita, a causa dei rinvii delle gare con Fossombrone e Marostica a causa delle nevicate che hanno colpito l’Italia nelle ultime settimane, l’Acmar viaggia verso Bassano dove domani sera (palla a due alle ore 20.00) giocherà contro la Fiorese Bassano, attuale fanalino di coda del girone B di DNB insieme alla Gsa Udine.


L’incontro, valido per il sesto turno di riposo, presenta però numerose insidie per coach Ciocca e i suoi ragazzi. L’assenza di partite ufficiali (l’Acmar ha giocato quattro partite in tutto il 2012 ed è scesa in campo soltanto due volte negli ultimi trentacinque giorni) e le condizioni fisiche difficili del gruppo rendono infatti la trasferta del PalaAngarano più complicata del previsto. 


E’ coach Ciocca a fare il punto della situazione, per la sua Acmar: “Rispetto a una settimana fa stiamo peggio, perché abbiamo perso un altro pezzo. Purtroppo Max Bosio soffre di una fascite plantare rilevante, è fermo da quasi una settimana, e a meno che non ci sia un bisogno fondamentale di lui, saremo costretti a lasciarlo a riposo, perché questo problema guarisce soltanto con il riposo assoluto, oltre alle cure specifiche cui si sta già sottoponendo da qualche giorno. Questa notizia non ci voleva, perché Davolio non c’è ancora e stiamo valutando se portare Cicognani in panchina, anche se comunque è indietro anni luce rispetto ai compagni, com’è normale che sia per chi viene da un infortunio grave come il suo. Siamo in uno in meno rispetto al solito, ma abbiamo tanta voglia di giocare perché non scendiamo in campo da tanto: non sarà una partita semplice, ma abbiamo lavorato tanto e vogliamo dare il massimo anche per rispondere alla situazione infortunati che abbiamo”. 



Che squadra è la Fiorese? “E’ una squadra sta vivendo un momento difficile, ma che ha aggiunto un giocatore che ho allenato come Antrops, che può essere grande protagonista. Hanno una batteria di lunghi che magari non è bellissima da vedere, eccetto la classe di Antrops, ma che è veramente efficace, perché Carlesso e Tosetto sono lunghi veramente importanti. Anche gli esterni, con D’Incà che ormai è un giocatore di alto livello per questa categoria e Stopiglia che se è in giornata ci può fare veramente male, sono da tenere d’occhio. Vogliamo andare a vincere anche per questioni di classifica, perché con un successo e alcune partite da recuperare, il terzo posto potrebbe essere assolutamente alla nostra portata. 
Un altro aspetto cui dovremo fare attenzione è la voglia di giocare che ti lascia un periodo di venti giorni senza alcuna partita ufficiale, o due partite disputate negli ultimi trentacinque giorni. Potrebbe mancarci il ritmo-partita, ma dovremo trasferire sul parquet la voglia e l’enorme lavoro che abbiamo fatto in palestra in questo periodo”.
 
Può essere condizionante la situazione di Bassano in graduatoria?
“Giocando in casa dell’ultima in classifica si ha tutto da perdere dal punto di vista psicologico. E’ chiaro però che anche noi siamo in difficoltà oggettiva, per cui dobbiamo pensare a mettere tutta l’intensità possibile, perché se giochiamo come abbiamo fatto all’andata (91-67, nel secondo turno “casalingo” disputato sul campo neutro di Anzola), possiamo metterli davvero in difficoltà. Sappiamo che Bassano ha bisogno di punti, ma anche noi abbiamo bisogno di punti”.



L’incontro sarà diretto dai signori Luca Maffei di Silea (Treviso) e Daniele Maniero di Venezia e sarà seguito da Radio International con i consueti collegamenti in diretta a partire dalle ore 20.30.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento