Ciclismo, sei percorsi su strada e Mtb: torna il 'Giro della Romagna'

La gran fondo cicloturistica non competitiva è tra le più longeve e partecipate nel panorama nazionale e quest’anno è inserita nelle sette prove che assegneranno il Criterium Italiano di gran fondo individuale 2018

Domenica 6 maggio si terrà la 39esima edizione del Giro della Romagna, che si svolgerà con partenza e arrivo da Madonna delle Stuoie a Lugo, con partenza dalle 6.30 alle 8. La gran fondo cicloturistica non competitiva è tra le più longeve e partecipate nel panorama nazionale e quest’anno è inserita nelle sette prove che assegneranno il Criterium Italiano di gran fondo individuale 2018.

“Vorrei sottolineare il grande impulso e lavoro che serve per organizzare un evento tanto impegnativo - ha dichiarato Pasquale Montalti, assessore allo sport del Comune di Lugo - per il quale ringrazio il gruppo dirigente e i tanti volontari che ogni anno mettono in piedi questa manifestazione sportiva, tanto apprezzata e longeva. Colgo l’occasione per allargare i ringraziamenti alle altre società che hanno collaborato per alla realizzazione del calendario per il centenario della morte di Francesco Baracca, nei numerosi appuntamenti anche sportivi che sono al contempo culturali, per la loro opportunità che offrono di conoscere meglio il territorio”. “La Baracca è un’importante società - ha rimarcato Marco Pirazzini, presidente del Comitato Uisp Ravenna Lugo - Questo è l’anno dei simboli per Lugo: l’anniversario di Baracca, della Grande guerra, di Rossini; noi aggiungiamo al Giro della Romagna il simbolo del campionato italiano, poiché l’iniziativa ne fa parte a tutti gli effetti: si tratta di un riconoscimento alla società, per tutto quello che la baracca ha fatto in questi anni, che deve rendere orgogliosa tutta la città”.

Andrea Morandi, presidente dell'Unione cicloturistica Francesco Baracca, ha ringraziato gli oltre duecento volontari che prendono parte a vario titolo alla manifestazione, ricordando che sono attesi dai 3 ai 4mila partecipanti. Anche in questa edizione le diverse migliaia di cicloturisti che come ogni anno si attendono a Lugo si cimenteranno sui quattro percorsi su strada e sui due per mountain bike e gravel; quest’ultima specialità è una novità inserita quest’anno che con l’evento del primo maggio andrà a conferire il “Brevetto di Francesco”, per ricordare i 100 anni della morte del grande aviatore dal quale la società organizzatrice prende il nome. I tracciati dei percorsi si snodano lungo le colline del faentino e della Toscana con lunghezze e altimetrie diversificate tali da permettere a ogni ciclista di trovare il più adatto alle proprie caratteristiche e obiettivi di stagione. La giornata si concluderà alle 16 con le premiazioni delle società classificate in base al numero di partecipanti di ognuna e ai chilometri complessivamente percorsi, a cui si aggiungono due premi speciali: il “Memorial Delio Costa” e il “Memorial Franco Argelli” che andranno alle prime due società con il maggior numero di partecipanti al percorso della gran fondo di 170 km.

La gran quantità e consistenza dei premi che abitualmente contraddistinguono il Giro della Romagna vede anche in questa edizione una piacevole conferma: tra tutte le cicliste partecipanti a uno dei percorsi verrà estratto a sorte un diamante certificato, offerto dalla gioielleria Ponzi di Lugo. Il Giro della Romagna sarà preceduto dalla Randonnée che prenderà invece il via sabato 5 maggio da piazza Baracca, dalle 6 alle 7, con arrivo alla tendostruttura di Madonna delle Stuoie. Già da settimane i volontari della Baracca stanno lavorando per garantire l’ormai consolidato e apprezzato livello di organizzazione e di qualità nei servizi messi a disposizione dei ciclisti e dei loro accompagnatori. Oltre ai ricchi ristori lungo i percorsi, all’arrivo i partecipanti, dopo il ritiro del sempre consistente pacco gara, potranno usufruire del parcheggio per le biciclette, del servizio docce nonché di una degustazione di prodotti messi a disposizione da Unigrà, prima del pasta party finale a base di specialità romagnole.

Per permettere lo svolgimento dell’iniziativa, dalle 5 di sabato 5 maggio alle 18 di domenica 6 maggio è stato istituito il divieto di sosta in via Madonna delle Stuoie, lato Maracanà; mentre dalle 5 alle 18 di domenica 6 maggio divieto di transito nel tratto tra via Minardi e via Rivali San Bartolomeo. Inoltre, dalle 5 alle 18 di domenica 6 maggio in via Rivali San Bartolomeo ci sarà divieto di transito nel tratto tra via Taglioni e via Madonna delle Stuoie. Infine, dalle 11 alle 15 di domenica 6 maggio divieto di accesso in via Piano Caricatore nel tratto tra via XXV Aprile e via Rivali San Bartolomeo (escluso residenti) e senso unico di marcia da via Rivali San Bartolomeo a via XXV Aprile. L’iniziativa è organizzata dall’Unione cicloturistica “Francesco Baracca”, con il patrocinio del Comune di Lugo. L’iscrizione costa 10 euro.

Conferenza stampa di presentazione del 39esimo Giro di Romagna, 27 aprile 2018 (2)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

Torna su
RavennaToday è in caricamento