Colpo del Ravenna a Vicenza: espugnato il Menti

Il Ravenna riscatta la prova del Benelli contro la Virtus Verona ed espugna il Menti battendo il Vicenza 2-1

Il Ravenna riscatta la prova del Benelli contro la Virtus Verona ed espugna il Menti battendo il Vicenza 2-1. I gol tutti nel secondo tempo. Il destino a volte riserva sorprese inaspettate, e proprio nella sua Vicenza è il capitano Lelj a dare il la alla vittoria giallorossa con siluro di destro all’incrocio dei pali, confermandosi trascinatore dei giallorossi con pochi goal, ma mai banali. ÈMarcello Montanari, vice di Foschi squalificato, ad elogiare l’ottima prestazione dei suoi: “Venivamo da due partite giocate sottotono, però eravamo consci delle nostre qualità, e sapevamo che se le avessimo messe in campo avrebbero portato dei frutti. Abbiamo lavorato molto sull’impostare una partita dove cercare di giocare il pallone per farli correre, ed al di la dell’occasione sul colpo di testa di Bizzotto, non abbiamo concesso molto al Vicenza. Il nostro capitano ha fatto un gran goal ed onestamente devo dire che abbiamo vinto questa partita con merito.” Impossibile non sentire anche un commento del capitano Tommy Lelj, dopo una partita che sicuramente ricorderà a lungo “Il destino ha molta più fantasia di noi. Non c’è molto da dire, ho preferito non esultare per rispetto ai colori, però indosso la maglia del Ravenna e porto la fascia da capitano devo fare gli interessi della mia squadra, e questa per noi è una vittoria fondamentale”

Il primo acuto è del Vicenza al decimo: al primo angolo del match per i biancorossi, Laurenti inzucca all'altezza del primo palo, ma la palla  non trova lo specchio della porta. Al 21' i padroni di casa sfiorano il vantaggio: Bizzotto stacca altissimo sul cross di Giacomelli, ma Venturi viene graziato dal legno. Al 24' prima chance per i giallorossi com Pelizzari, ma il difensore del Ravenna non riesce però a battere verso la porta avversaria. Un giro di lancetta più tardi Nocciolini ci prova di testa, ma la sfera finisce alta sopra la traversa. Al 29' Galuppini ci prova da uns posizione impossibile, ma il sinistro al volo colpisce l’esterno della rete. Nel finale di primo tempo forcing del Vicenza, ma senza gol. Al termine del match spazio alla gioia giallorossa, che con la terza vittoria consecutiva si accredita a bestia nera dei lanerossi e torna a guardare con soddisfazione una classifica che vede il Ravenna ad un lusinghiero quinto posto in classifica.

La ripresa è ricominciata con gli stessi ventidue protagonisti. I romagnoli la sbloccano con una grande giocata proprio di Lelj, che ha infilato sotto l’incrocio dei pali non lasciando scampo al portiere avversario. Poi il pari di Zarpellon: su passaggio di Solerio, staffilata di destro all’angolino del giovane trequartista biancorosso che riporta la situazione in parità. A dieci dalla fine Galuppini trova il 2-1 su rigore. Al 44' il Vicenza ha la chance del pareggio con un tiro al volo da fuori di De Falco che si spegne tra le mani di Venturi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Dramma sui binari: perde la vita travolta da un treno

  • Sangue sulle strade: travolto da un'auto muore sul colpo, grave l'automobilista

  • Attimi di terrore nella notte: accoltellato e lasciato esanime in strada

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

Torna su
RavennaToday è in caricamento