Colpo grosso del Ravenna: espugna Gubbio e torna alla vittoria

Il primo centro in questo campionato dell'attaccante corona la splendida prova collettiva dei giallorossi che conquistano una pesante e meritata vittoria in casa del Gubbio

Una partita di grande intensità e personalità, un atteggiamento tattico impeccabile, il primo gol in questa stagione di Antonio Broso. Il Ravenna dà seguito al pareggio col Mestre e va a cogliere un pesantissimo e fondamentale successo in casa del Gubbio, finora sempre vincente al Barbetti con Pagliari in panchina, dove i giallorossi non avevano mai vinto nei sei precedenti, dimostrando di avere imboccato la strada giusta per districarsi al meglio nella lotta per la salvezza e confermandosi implacabile negli scontri diretti. I quattro punti nelle ultime due partite rappresentano anche la funzionalità del nuovo assetto e il premio al lavoro quotidiano del gruppo giallorosso.

"Eravamo in crescita e l'abbiamo dimostrato - sottolinea mister Antonioli, logicamente felice per questo ritorno al successo del Ravenna - facendo un'ottima partita contro una squadra che sta attraversando un buon momento e soprattutto in casa aveva vinto le ultime tre partite. Onore e merito ai miei ragazzi che hanno vinto, credo, meritatamente. Questi ultimi due risultati positivi sono frutto del nostro lavoro, di un'aumentata intensità negli allenamenti, guardiamo alla nostra crescita e al nostro miglioramento. Importante è avere vinto anche perché ci siamo ripesi la vittoria col Modena che ci è stata tolta e ci siamo tenuti aggrappati al gruppo delle nostre dirette avversarie". 

La cronaca della gara - Il Gubbio parte in pressione e soprattutto sulle corsie esterne cerca le soluzioni per far male al Ravenna. Ma Venturi e la difesa giallorossa fanno buona guardia e corrono pochi rischi. Poi al 22' Selleri sfoglia il manuale della perfetta verticalizzazione, Broso ringrazia, raccoglie, brucia sullo scatto Piccinni e insacca nell'angolino, liberando la sua gioia per il primo gol in questa stagione, e il ritorno alla marcatura in Serie C dopo sei stagioni. Il Gubbio accusa il colpo, il Ravenna fiuta la preda. Al 27' Ballardini serve Maistrello che elude l'intervento di Volpe e Dierna, poi è Piccinni ad anticipare la conclusione dell'attaccante giallorosso. Al 36' cross di Ballardini, Volpe blocca il pallone ma poi se lo fa sfuggire con Maistrello in agguato. Rimedia Kalombo. Il Gubbio si fa vedere solo al 40' con una punizione di Casiraghi che Venturi sorveglia nella sua uscita.

Dagli spogliatoi esce un Gubbio agguerrito e determinato a risalire la china e arrivano subito due occasioni con Paolelli che al 2', a porta spalancata, tocca male il pallone, e al 4' con Casiraghi che dà l'illusione del gol su una velenosa punizione dal limite. Il Ravenna si riassesta e con Broso al 12' si rende protagonista di un tentativo rintuzzato dalla difesa di casa. Poi al 29' Venturini in rovesciata su un'uscita a vuoto di Volpe: ci mette una pezza Giacomarro anticipando l'intervento di Maistrello. E un minuto dopo da Jallow a Kalombo, sul quale Venturi sceglie perfettamente il tempo dell'uscita. Poi è solo Ravenna che chiude la gara all'attacco, legittimando così un successo importantissimo e pesantissimo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico frontale sull'Adriatica, un morto e due feriti gravi

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Strage familiare a Foggia, il terzo figlio lavora a Ravenna: "Erano sereni"

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Scoppia l'incendio nell'officina meccanica, mobilitati i vigili del fuoco

Torna su
RavennaToday è in caricamento