Contro Monza una maratona di oltre due ore: Ravenna vince al tiè break

Grande equilibrio nelle battute finali, con Ravenna brava ad accelerare nel momento decisivo 15-13, portandosi a casa la vittoria numero sette su quattordici confronti giocati contro i monzesi.

L’anticipo serale della quarta giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca 2018/2019 contro la Vero Monza se lo aggiudica la Consar Ravenna, capace di risolvere la maratona con i lombardi, durata quasi due ore e mezza di gioco, grazie ad uno sprint vincente nel tie-break. I padroni di casa sfruttano il calore del loro pubblico e la tradizione negativa della formazione monzese al Pala De Andrè, ancora una volta tornata a casa senza la vittoria finale, per centrare la vittoria numero sette della stagione. Nonostante sia solo un punto il bottino portato a casa, la squadra di Soli rientra in Brianza con notizie comunque positive.

A fare da contraltare all’assenza di Plontnytskyi (per lui riposo dopo un problema muscolare accusato in settimana), c’è il rientro di Paul Buchegger, devastante con le sue giocate nel terzo e quarto set e decisivo per la Vero Volley nell’approdo al tie-break. L’opposto austriaco, strano caso del destino, è tornato in campo, per la prima volta con la maglia di Monza, a poco più di quattro mesi di distanza dall’ultima gara ufficiale giocata, proprio contro la sua ex squadra Ravenna, guidando la risalita dei suoi con giocate preziose e determinanti. Per lui 14 punti (50% in attacco) in risposta agli scatenati Rychlicki (MVP della gara con 25 punti, 1 ace e 2 muri) e Russo (13 punti, con 5 muri) per la Consar, bravi a schiacciare forte per la squadra di casa nei primi due set.

Nervosismo e tensione invece a fare da padroni nel tie-break, dove la formazione di Graziosi parte avanti 5-0 (complice anche un cartellino rosso ad Orduna all’inizio del gioco), ma viene recuperata grazie alle giocate del duo Dzavoronok-Yosifov (24 e 14 punti, con 3 ace per il primo e 4 muri per il secondo) fino al 9-9. Grande equilibrio nelle battute finali, con Ravenna brava ad accelerare nel momento decisivo 15-13, portandosi a casa la vittoria numero sette su quattordici confronti giocati contro i monzesi. 

LA CRONACA - Monza prova subito ad allungare (1-3 e 3-5) soprattutto con Yosifov ma la Consar tiene il ritmo, trovando il pari a quota 5 con un ace di Russo. Il Vero Volley accelera con Botto e Beretta portandosi a +3 (5-8), e poi a +4 con un servizio di Beretta. Il muro di Yosifov su Rychlicki sancisce il + 5 (9-14) per Monza e costringe Graziosi a chiamare il time-out. La squadra trae giovamento perché qui comincia la vera partita della Consar che cresce in battuta, infila punti su punti, alza i muri e piazza un parzialone di 11-3 portandosi sul +3 (20-17). Monza è frastornata e la Consar ne approfitta per chiudere il set con Rychlicki, un muro di Raffaelli, appena entrato, su Ghafour e un attacco di Rychlicki dopo un time-out di Graziosi (25-21) a spezzare il tentativo di reazione ospite. Sulle ali dell’entusiasmo, la Consar prende il largo all’alba del secondo set, piazzando un break di 4-0, col turno al servizio di Argenta, che la porta sul 7-3. Il time-out di Soli permette a Monza di riordinare le idee. Al ritorno in campo gli ospiti sfruttano tre battute di Dzavoronok per rosicchiare altrettanti punti. Ma la Consar regge, e sfruttando un Rychlicki in versione deluxe (5 punti e 69% in attacco), allunga ancora incartando anche il secondo parziale, chiuso da una veloce di Verhees e da muro di Russo. Monza in campo nel terzo parziale, con Buchegger alla sua prima partita stagionale, dopo il lungo infortunio, al posto di un abulico e deludente Ghafour. E’ la mossa di Soli per provare a cambiare l’inerzia del match. L’inizio del set è positivo per i brianzoli che accelerano dal 3-5 al 5-10, costringendo Graziosi a chiamare il time-out. La Consar prova la rimonta come nel primo set col turno a servizio di Argenta portandosi a -2 (11-13) ma Monza questa volta tiene e accorcia le distanze, aggiudicandosi il set 19-25, trovando proprio nell’opposto austriaco il miglior terminale (5 punti e 83% in attacco). Si procede punto a punto all’inizio del quarto set, in cui Soli conferma Buchegger al posto di Ghafour. Sul 9 pari, Monza piazza la prima accelerata: un break di 3 punti, col turno al servizio di Orduna, che induce coach Graziosi a rifugiarsi nel time-out. E’ la scossa che riaccende la Consar: Saitta e un muro a due Russo-Rychlicki fissano la nuova parità a quota 12. Nuovo allungo di Monza (12-14) ma due punti di Rychlicki (un attacco e un ace) scrivono il 14 pari. Il Vero Volley strappa ancora, portandosi a + 3 (14-17) ed è il momento di un nuovo time-out in casa Consar. C’è tempo anche per un cartellino rosso a Dzavoronok e Rychlicki ma non per arginare Monza che chiude 25-20. Il tie-break comincia con un tecnico alla panchina del Monza e con l’1-0 per Ravenna che poi vola sul 5-0 con un muro di Verhees, un attacco di Lavia e due punti di Rychlicki. Sul 9-4 Dzavoronok sfrutta al massimo il suo turno al servizio portando i suoi sul 9-9. E’ Rychlicki, poi premiato come MVP (25 punti al suo attivo), a rimettere in moto i suoi aprendo ad un finale appassionante e vibrante, punto a punto, deciso da un errore di Buchegger e da un attacco al centro di Russo su una ricezione lunga degli ospiti.

Il tabellino Ravenna-Monza 3-2 (25-21, 25-20, 19-25, 20-25, 15-13)

CONSAR RAVENNA: Saitta 3, Argenta 9, Verhees 3, Russo 13, Rychlicki 25, Poglajen 8, Goi (lib.), Raffaelli 1, Elia, Lavia 6. Ne: Frascio (lib.), Di Tommaso, Smidl, Marchini. All.: Graziosi.

VERO VOLLEY MONZA: Orduna 1, Ghafour 3, Beretta 12, Yosifov 14, Dzavoronok 24, Botto 4, Rizzo (lib.), Calligaro, Galliani 7, Arasomwan, Giannotti, Buchegger 14. Ne: Buti. All.: Soli.

ARBITRI: Frapiccini di Falconara e Braico di Torino.

NOTE: Durata set: 30’, 29’, 28’, 29’, 21’ tot. 137’. Ravenna (7 bv, 15 bs, 12 muri, 10 errori), Monza (5 bv, 20 bs, 9 muri, 16 errori). Spettatori: 1913 per un incasso di 8032 euro. MVP: Rychlicki. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In migliaia in marcia contro la mafia: "Le loro idee camminano sulle nostre gambe"

  • Video

    "La mafia uccide, il silenzio pure": corteo in memoria delle vittime innocenti - VIDEO

  • Cronaca

    Laura pausini arrabbiatissima, il nuovo singolo circola illegalmente: "Datemi nome e cognome"

  • RavennaToday

    "#Iodestatelavoro": il lavoro stagionale cerca i giovani

I più letti della settimana

  • Viola vince 190mila euro all'Eredità: "Regalerò un viaggio in America a mia madre"

  • Finisce in acqua con l'auto, scattano le disperate ricerche del corpo: ma la donna era a casa sua

  • Violenta esplosione in un'azienda: due ustionati, uno è in condizioni gravissime

  • Scossa di terremoto questa mattina: avvertita in alcuni comuni collinari del faentino

  • Perde il controllo dell'auto e vola nel fiume: si cerca una 49enne

  • La nuova hamburgeria gourmet che vuole far rinascere il centro storico: e assume personale

Torna su
RavennaToday è in caricamento