Coronavirus, l'ultimo decreto chiude anche l'AlphaTauri F1: "La salute è prioritaria"

Il mondiale di F1 avrebbe dovuto prendere il via da Melbourne, in Australia, lo scorso 8 marzo. Tuttavia, tenendo conto della pandemia, la gara è stata cancellata

L'ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte chiude lo stabilimento dell'Alpha Tauri, la scuderia di Formula Uno con sede a Faenza. "A seguito della decisione del governo italiano di chiudere tutte le attività non essenziali a causa del blocco per il covid-19 fino al 3 aprile, la nostra fabbrica ora è chiusa, con il lavoro a domicilio che è permesso, laddove possibile. La salute del nostro team è la nostra priorità in questo momento".

Il mondiale di F1 avrebbe dovuto prendere il via da Melbourne, in Australia, lo scorso 8 marzo. Tuttavia, tenendo conto della pandemia, la gara è stata cancellata. "La salute e la sicurezza delle persone deve essere la nostra priorità principale - aveva commentato la scuderia ex Minardi e Toro Rosso dopo la decisione -. E come team con sede in Italia, siamo anche consapevoli del peggioramento della situazione in Europa, ed è preoccupante per tutto il nostro personale. La Formula 1 si riprenderà e ci affidiamo alla governance e sul detentore dei diritti commerciali per monitorare la situazione e guidare di conseguenza tutti i team di F1".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Coronavirus, morto un 59enne: è la vittima più giovane. "Un amico meraviglioso"

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

Torna su
RavennaToday è in caricamento