Gli arcieri bizantini ai giochi del tricolore di Reggio Emilia

Amicizia, tolleranza, rispetto reciproco, sono alcuni dei valori che lo sport “sano” insegna. E proprio questi valori sono alla base dei Giochi Internazionali del Tricolore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Amicizia, tolleranza, rispetto reciproco, sono alcuni dei valori che lo sport “sano” insegna. E proprio questi valori sono alla base dei Giochi Internazionali del Tricolore, un evento interculturale per la valorizzazione dello sport come unione tra diverse culture, in corso di svolgimento a Reggio Emilia (7 al 13 luglio). Nati nel 1997 per festeggiare il Bicentenario della nascita del Primo Tricolore, i Giochi si svolgono ogni 4 anni. Arrivati alla loro 6° edizione, i Giochi del Tricolore sono infatti una delle più prestigiose rassegne internazionali dello sport giovanile, dedicato alle ragazze e ragazzi dagli 11 ai 17 anni: un grande momento di festa e un’occasione di incontro di realtà di tutto il mondo.

E in questo importante contesto non potevano mancare gli Arcieri Bizantini Ravenna con i suoi allievi: Sofia Fuschini e Niccolò Corsini, accompagnati da Alessandro Farinella, hanno preso parte alla competizione in programma per quanto riguarda, naturalmente, il tiro con l’arco. Competizione giocata sulla distanza di 60 mt e 36 frecce, che ha visto Sofia Fuschini trionfare ancora una volta aggiudicandosi il secondo posto assoluto. Il secondo posto conquistato in fase di qualifica, con il punteggio di 255, le ha infatti permesso di accedere agli scontri diretti: dopo il primo scontro vinto per 6-0 ha dovuto cedere il passo nello scontro finale perdendo per 6-2 e conquistando così, una bellissima medaglia d’argento. Meno bene è andata la gara di Niccolò Corsini, 5° nella fase di qualifica con 118 punti per due volè non buonissime, si è confrontato subito con i più forti uscendo al primo scontro. Ma i risultati per gli arcieri giallorossi non sono finiti.

Da registrare il secondo posto nella fase di qualifica per Luca Ravaioli, arco compound senior maschile, conquistato a S.Giovanni Persiceto (Bo), nel III Or Di Re Bertoldo. Con il punteggio di 671 (334+337) Luca Ravaioli stabilisce anche il nuovo record di compagnia compound targa su 72 frecce. I risultati però non sono solo ad appannaggio del tiro olimpico, ma sempre domenica 8 luglio dal versante delle competizioni Fiarc arriva il bel secondo posto conquistato da Andrea Cenderello nella gara di tipo “percorso” organizzata dagli Arcieri del Monte Comero 08 Lago e Valida per il Campionato Regionale Emilia Romagna. Gara tecnica, dove paga l’esperienza Cenderello è riuscito a realizzare il punteggio di 307 che gli ha permesso di aggiudicarsi la medaglia d’argento. 9° posto per Massimo Piva con 238 punti.

Torna su
RavennaToday è in caricamento