Impresa del Ravenna: vittoria con la seconda della classe

Il Ravenna getta in campo tutto questo, oltre ad una voglia matta di dimostrarsi più forte della sfortuna e delle avversità e firma una vittoria di incalcolabile valore

Col cuore, con l’orgoglio, con la rabbia, col coltello tra i denti. Ma anche con lucidità, grande attenzione e buona qualità di gioco. Il Ravenna getta in campo tutto questo, oltre ad una voglia matta di dimostrarsi più forte della sfortuna e delle avversità e firma una vittoria di incalcolabile valore. Ferma l’emorragia di quattro sconfitte casalinghe consecutive in campionato, spezza la serie positiva del Renate dopo 11 gare (ma anche la sua imbattibilità in trasferta) e centra la prima vittoria contro una squadra dei quartieri alti. Decide il guizzo di De Sena, al suo primo gol al Benelli e al suo 50° in carriera in campionato.

"Vittoria meritatissima - sottolinea l’allenatore del Ravenna, Mauro Antonioli - complimenti ai miei ragazzi che hanno fatto tutto quello che avevamo preparato in settimana; ci davano tutti per spacciati prima della partita e gli ulteriori infortuni non ci hanno aiutato, ma i ragazzi hanno tirato fuori una prova di orgoglio e di qualità, contro una grande squadra, la classifica lo testimonia. Abbiamo avuto altre occasioni per fare gol, la squadra ha disputato una partita quasi perfetta. Questa è una vittoria che vale doppio”.

La cronaca della partita - Il Ravenna perde in settimana Samb Fallou e nella rifinitura Elia Ballardini (per lui frattura del perone) ma non la voglia di dimostrare, una volta di più, di meritare una classifica diversa. Così al fischio dell’arbitro i giallorossi prendono subito il comando delle operazioni e al 12’ sbloccano la gara: perfetta parabola su punizione di Selleri, De Sena anticipa tutti e insacca. Il Ravenna non molla la presa e al 21’ con Papa (botta da fuori) e al 35’ con De Sena spaventa la formazione brianzola. Che si fa vedere un minuto dopo con un insidioso tiro di Palma dal limite che Venturi addomestica in due tempi. Al 38’ servizio smarcante di Selleri per Broso che conclude troppo sul portiere.

Non cambia il copione nella ripresa: è sempre il Ravenna a farsi apprezzare nella costruzione e in fase di tiro. Broso al 4’ si esibisce in una spettacolare rovesciata: il gesto tecnico avrebbe meritato il premio del gol. Il pallone esce, invece, di pochi centimetri. Le linee compatte del Ravenna tengono lontano il Renate dai sedici metri giallorossi. Al 22’ Gomez, a palla lontana, rifila una gomitata a Capitanio: per lui espulsione e doccia anticipata. L’inferiorità numerica scuote il Renate: il Ravenna è costretto ad arretrare di qualche metro, Palma, Ungaro e ancora Palma, tutti su punizione dal limite, dispensano brividi e quando gli ospiti trovano la porta c’è Venturi pronto e attento a rintuzzare i tentativi di Ungaro e Palma. Poi, i giallorossi possono liberare l’urlo liberatorio di gioia, per una fondamentale e pesantissima vittoria.

Potrebbe interessarti

  • I Consultori a Ravenna: elenco, indirizzi e servizi

  • Aperitivo a Ravenna: 5 locali ideali per un cocktail all'aperto

  • I borghi medievali romagnoli da non perdere

  • Comprare una casa all'asta: come si fa?

I più letti della settimana

  • Sciagura a Mirabilandia: bambino di 4 anni muore annegato nel parco divertimenti

  • I pompieri arrivano per spegnere un incendio: e trovano il cadavere di un uomo

  • Paura al parco divertimenti: bambino rischia di annegare, è gravissimo

  • La scia di sangue non si ferma. Schianto sull'Adriatica, muore dopo 6 giorni di agonia

  • Si schiantano contro le auto parcheggiate e si cappottano: tre giovani in ospedale

  • Rischia di annegare mentre fa il bagno: salvato dai bagnini, è in gravi condizioni

Torna su
RavennaToday è in caricamento