Superbike Misano, un sabato pieno di problemi per Melandri: "Non mi sono adattato alla nuova gomma"

Esattamente un anno fa coglieva sul tracciato rivierasco la prima vittoria con la rossa.

Un sabato decisamente sfortunato per Marco Melandri. Il ravennate della Ducati del team Aruba si è presentato in Gara 1 praticamente al buio dopo il guasto al motore nelle ultime libere che gli ha impedito di assaggiare la nuova gomma portata dalla Pirelli per il round di Misano. Ne è uscita una manche di sofferenza, con l'ex campione del mondo che non è riuscito ad andare oltre la settima posizione. Esattamente un anno fa coglieva sul tracciato rivierasco la prima vittoria con la rossa.

Marco, è stata una giornata tutt'altro che limpida...
Al mattino ho fatto due curve e quando hai una gomma così diversa da provare è difficile fare bene. Ho pensato ad un certo punto di usare la vecchia tipologia di pneumatico, ma poi tutta la griglia ha optato per quella nuova. Evidentemente era quella migliore. Purtroppo è stato un weekend travagliato ed ho usato la nuova gomma solo nelle FP2, facendo appena due giri. Quindi siamo partiti sulla base delle considerazioni degli altri piloti Ducati (Chaz Davies, Michael Ruben Rinaldi e Xavi Fores, ndr) dopo le FP4. Ne è venuta fuori una gara davvero difficile.

E' stato solo un problema di adattamento alla nuova gomma o c'è altro su cui poter lavorare?
Non eravamo a posto e questo è il principale problema. Non siamo riusciti a provare le partenze nelle libere e in Superpole per un problema non sono riuscito a provarla. In gara sono partito malissimo. La moto era nervosa nei cambi marcia. Inoltre non riuscivo a fermarla e a farla girare. Dobbiamo capire cosa fare per migliorare in Gara 2. Con la nuova gomma non ho avuto mai buone sensazioni in gara e non saprei da cosa sia dipeso.

Da Gara 1 non hai ricevuto quindi indicazioni utili su cui lavorare...
Il fatto è che abbiamo tanti piccoli problemi in tante aree e non riusciamo a concentrarci su un problema solo. Dobbiamo cercare un pacchetto che copra un po' tutte le aree e questo è difficile, perchè le condizioni che avremo al warm-up non saranno le stesse della gara.

Cosa è cambiato rispetto all'anno scorso?
La chiave sta nei giri motore. Dobbiamo andare con un cambio più lungo e la moto non curva più. Chaz ha una guida diversa e riesce a sopperire queste difficoltà in frenata. Io ho bisogno di entrambe le ruote per girare.

Misano è una pista favorevole per Ducati?
Dai risultati di Gara 1 non è male, ma c'è chi va meglio di noi. Vediamo Gara 2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anziano fermato in un controllo 'anticoronavirus': "Io continuo a fare quello che mi pare"

  • Coronavirus, pesante aumento nel ravennate: 64 nuovi contagiati e un decesso

  • Coronavirus, 38 nuovi casi nel ravennate: gli infetti salgono a 489

  • Trema la terra: avvertita una scossa di terremoto a Cervia

  • Coronavirus, ecco il nuovo decreto: tutte le novità su spostamenti, lavoro e multe

  • Il Coronavirus strappa alla vita Andrea Gambi, direttore di Romagna Acque

Torna su
RavennaToday è in caricamento